Per un attimo dimentichiamo Gomorra e ritorniamo con i piedi per terra tra Scampia e Chiaiano, le due periferie a Nord di Napoli che combattono sul territorio realizzando dei progetti ad hoc ogni estate, al termine dell’anno scolastico.

Campo estivo, restare a Scampia e a Chiaiano

Il progetto si chiama: “(R)estate a Scampia“, coinvolge anche il quartiere di Chiaiano, legato a quello della vicina Scampia per la lotta contro la mega-discarica che ha riempito una delle cave della Selva dei Camaldoli, l’unico polmone verde della città.
Il progetto si chiama appunto “Restare” a Scampia per promuovere le attività territoriali.

LEGGI ANCHE
Accogliere ad Arte, all'aeroporto di Napoli il nuovo infopoint per i turisti

I promotori del progetto spiegano:

Un percorso formativo – spiegano i promotori – che affronterà i temi della legalità giustizia sociale, difesa dei territori, ecomafie, biocidio, testimonianze dirette di storie di familiari di vittime innocenti della camorra si alternerà al lavoro nei campi e alla ristrutturazione dell’ex edificio scolastico saranno uniti in tutte le attività, dalla colazione alla buonanotte. Ci si divide solo per dormire

Il Campus speciale partirà a breve e le attività principali comprese a Chiaiano saranno la cura del pescheto, vigneto e orti. Sono comprese a Scampia le attività di pulizia, bonifica e ristrutturazione di un edificio scolastico dismesso.

Le date: dal 27 giugno al 2 luglio, dal 4 luglio al 9 luglio, dall’ 11 al 16 luglio dal 18 luglio al 23 luglio dal 25 luglio al 30 luglio. Per tutte le altre info di partecipazione ecco tutti i contatti.

Commenta con i tuoi amici