Bandiera Blu 2016: premiato anche il mare di napoli

Le bandiere blu di quest’anno giungono inaspettate. Ma anche se la “bella stagione” fatta di tuffi al mare, sta per finire, vogliamo segnalarvi le spiagge più pulite della nostra regione.

Bandiera Blu 2016: premiato anche il mare di napoli
La Gaiola

La bandiera blu viene conferita dalla “Foundation for Environmental Education” istituita nel 1987 dove ogni anno assegna il bollino di balneazione a tutti i mari più puliti d’Europa. Ovviamente, per quanto riguarda l’Italia, i primi posti sono scontati, ma tuttavia siamo contenti di esserlo perché vuol dire che nonostante il continuo inquinamento alcuni mari possono ritenersi ancora puliti come tanti anni fa.

Bandiera blu 2016 Campania

In Campania ai primi posti troviamo il meraviglioso Cilento. Tuttavia la nostra regione risulta terza come mare più pulito d’Italia. Al primo posto troviamo la Sardegna e al secondo la Puglia.

Ma ciò che ci stupisce è il fatto che spostandoci verso Napoli, troviamo bandiere blu proprio nella città dal Lungomare Caracciolo, Posillipo, Marechiaro e Gaiola, insieme ovviamente alle isole quali Capri, Ischia e Procida, le quali detengono il primato come le isole con le acque più pulite d’Italia.

Bandiera blu anche nell’area flegrea: Baia, Bacoli e Torregaveta, tranne ovviamente la zona porto e l’area industriale. Anche Caserta rientra in questo importante riconoscimento per le zone di Baia Domizia e Mondragone.

Tuttavia non possiamo girare la faccia dall’altro lato e non parlare di altre zone che sono state invece “violentate” dall’uomo e il cui vige perenne il divieto di balneazione con la speranza che in futuro possa cambiare. Si tratta delle zone di Bagnoli, zona Pozzuoli, via squalo, il litorale Ercolano, Torre Annunziata e Castellammare di Stabia.

Commenta con i tuoi amici