L’emergenza terremoto ha mobilitato tutta la nazione. Ogni città sta cercando di contribuire con le proprie possibilità ed aiutare la cittadine devastate di Amatrice, Accumoli e Arquata a causa del sisma di magnitudo 6.0 avvenuto la notte del 24 agosto 2016.

Terremoto centro Italia: solidarietà da Napoli

La Protezione Civile Nazionale raccomanda: per ora non servono volontari ma soldi e oggi, Via Scarlatti, Napoli, è rimasta bloccata per la troppa solidarietà:

LEGGI ANCHE
Fortuna Loffredo, riesumazione salma alla ricerca del Dna dell'orco

Eravamo pronti a dare il nostro contributo, seppur piccolo, ma dalla protezione civile nazionale ci hanno detto che è inutile andare nei paesi colpiti dal terremoto perché ormai c’è un numero adeguato di volontari e la presenza di altre persone creerebbe addirittura problemi, invece di portare un aiuto concreto e utile, mentre sarebbe molto più utile dare una disponibilità per i prossimi giorni quando, come accadde a L’Aquila, con il passare del tempo, potrebbe venir meno la solidarietà di questi giorni

Lo hanno detto i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, i portavoce regionali, Vincenzo Peretti e Benedetta Sciannimanica, la portavoce cittadina Stefania Zenga e i Consiglieri comunali di Napoli, Stefano Buono e Marco Gaudini.

Ci hanno detto che, per ora, i volontari che ovviamente devono arrivare tramite le associazioni o gli enti preposti non servono, mentre sono molto più utili le donazioni in denaro. – Aggiunge Borrelli – di fronte a tragedie come quella che ha colpito l’Italia centrale non si può restare impassibili e tutti, per quel che possono fare, devono dare un contributo concreto, pur se è importante che tutti seguano le indicazioni della protezione civile perché è necessario un coordinamento

Il dipartimento ha inoltre confermato che al momento non c’è necessità di generi alimentari e di indumenti e che il loro invio potrebbe anzi creare problemi di carattere organizzativo. – Conclude Borrelli – L’eccezionale slancio di solidarietà partito da Napoli dove, stamattina, via Scarlatti era praticamente impercorribile perché la strada era completamente invasa dalle donazioni dei napoletani che hanno dimostrato il loro buon cuore ancora una volta partecipando, in questo caso, al centro raccolta al Vomero organizzato dalla V Municipalità

Commenta con i tuoi amici

Condividi