Venditori di calzini abusivi: piaga dell’ultimo decennio

Non li troviamo solo nelle vie principali della città. I venditori abusivi di calzini negli ultimi tempi si sono dislocati altrove come fuori ai centri commerciali è agli Autogrill.

Venditore di calzini abusivi napoletani
Foto di repertorio

Uno spiacevole episodio si è verificato proprio fuori una stazione di servizio sull’autostrada A1. Il fatto è accaduto il 13 luglio. Un uomo di 51 anni, di Parma, si era fermato per una breve sosta all’autogrill di San Zenone, Lombardia, quando è stato avvicinato da due venditori di calzini.

I due malviventi, altro che venditori ambulanti, hanno costretto l’uomo a comprare i loro calzini. Ma il 51enne si è opposto e i due uomini lo hanno brutalmente pestato provocandogli la frattura delle ossa nasali e varie contusioni e anche un trauma periorbitario.

Solo pochi giorni fa, dopo un mese di indagini, è stato intercettato uno degli aggressori. Un 33enne napoletano, identificato dalla polizia stradale di Roma Nord, per lui sono subito scattati gli arresti domiciliari per tentata estorsione, rapina e lesioni personali.

Probabilmente il malvivente non ha agito da solo. Secondo gli inquirenti fa parte di una gang volta ad intimidire gli automobilisti e a obbligare loro a comprare i calzini.

Commenta con i tuoi amici