Anche le istituzioni universitarie napoletane, partecipano, in qualche modo, alla solidarietà nei confronti delle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto scorso che ha devastato la cittadina di Amatrice e danneggiato Accumoli e Arquata.
Università L'Orientale di Napoli: solidarietà terremotati

Le proposte sono avanzate sia all’Università degli studi di Napoli Federico II che a L’Orientale. A mobilitarsi l’associazione studentesca Link Napoli. La magnifica rettrice de L’Orientale di Napoli ha accettato:

Si rende noto che questo Ateneo, con provvedimento della Magnifica Rettrice n.617 dell’1.9.2016, ha disposto l’esonero dal pagamento delle tasse e contributi universitari per l’a.a. 2016/2017 a favore degli studenti iscritti ed immatricolati residenti alla data dell’evento sismico nei Comuni terremotati di cui al DPCM del 25.8.2016. Il citato provvedimento di esonero non comprende le imposte di natura erariale (imposta di bollo) e regionale (tassa regionale per il diritto allo studio).

LEGGI ANCHE
Terremoto e sciacalli, la procura di Rieti smentisce ma la rete non perdona

La nota di avviso è stata pubblicata sul portale web dell’Università. Il coordinatore dell’associazione, Marco Papa, si mostra entusiasta dell’iniziativa accolta dall’ateneo:

Un gesto importante che non rappresenta solo un atto di solidarietà, ma un dovere nei confronti di chi ha perso tutto. Già in condizioni di ordinarietà è difficile portare avanti il proprio percorso di formazione, e a chi, a causa del terremoto, si trova in condizioni di disagio economico non va negato il diritto allo studio. Speriamo che al più presto anche la Federico II prenda un provvedimento che vada in questo senso

Commenta con i tuoi amici