Andrea Pio ha sei anni. Soffre di una rara patologia. Vive a Pascarola, frazione di Caivano, provincia di Napoli. Ieri sera, venerdì 9 settembre, Piuccio come tutti noi non poteva respirare. Un fetore orribile aveva invaso la sua casa e i suoi piccoli polmoni. Non era la prima volta e di certo non sarà l’ultima”
Terra dei Fuochi, l'appello disperato del padre del piccolo Andre Pio

Nicola, il padre, questa mattina scrive: “Non ho parole padre Maurizio, ho solo vergogna di me stesso mi reputo un vigliacco di genitore che nn ha il coraggio di andare via da questo paese martoriato, l’unica volta fu quando siamo scappati da Napoli perché Andrea Pio era in uno stato di disperazione (quasi morto) e siamo andati a Firenze Mayer la dove hanno preso in carico della sua malattia, oggi Andrea Pio nn è guarito ma è in uno stato assistenziale molto migliore ogni 15 giorni dobbiamo salire su a Firenze Mayer x le terapie e la sera ritornare a casa se Dio ci benedica. Io nn ce la faccio più siamo da soli io e mia moglie e abbiamo già fatto un grande incidente stradale avvenuto nel ritorno da Firenze spero solo che Dio mi dia la forza di essere sempre cosciente, perché non so fino a che punto posso resistere prima di compiere qualche gesto di disperazione. Ho chiesto aiuto a tante persone per trovare lavoro in Toscana ma mi continuano a prendere per i fondelli e quindi si continua a respirare aria irrespirabile chiedo un aiuto a chi può di darci una mano, magari andare in televisione siamo esasperati aiutateci vi prego”

Possiamo aiutare questo padre a mettere in salvo la vita del suo bambino? Grazie. Dio vi benedica“, scrive sul proprio profilo Facebook padre Maurizio Patriciello.

LEGGI ANCHE
Incendio a Fuorigrotta: fumo pericoloso invade via Cinthia

Commenta con i tuoi amici