Ricetta delle monachine alla crema, antenate della sfogliatella

Le monachine alla crema sono una vera leccornia. A Napoli è possibile trovarla nei bar e spesso viene consumata al posto del solito cornetto.

La ricetta delle monachine alla crema possono essere considerate come un’antenata della sfogliatella. Ricordate? Ve ne abbiamo già parlato della nascita della sfogliatella Santa Rosa nel convento di Conca dei Marini.

Ricetta delle monachine alla crema, antenate della sfogliatella
Foto giallozafferano.it, blog: vickyart

E anche le monachine sono nate dall’ingegno di una suora, all’interno del monastero delle Trentatrè, a Napoli. La ricetta risale probabilmente al 1700 e protagoniste di questa storia sono ovviamente le monache cappuccine dalle quali deriva anche il nome dello squisito dolcetto.

Salvatore Di Giacomo, il noto poeta napoletano, amava questo dolce e riuscì a portare in auge quella ricetta scritta da una “monachina” con linguaggio pittoresco e in cui spiega, passo passo, il procedimento per realizzare le monachine:

Prendi il sciore e mettilo sopra il tagliero nella quantità di rotolo mezzo. Mettici un pocorillo d’insogna e faticalo come un facchino. Doppo stendi la tela che n’e riuscita e fanne come se fosse una bella pettola. In mezzo alla pettola mettici un quarto d’insogna ancora, e spiega a scialle, 4 volte d’estate; 6 volte d’inverno. Tagliane tanti pezzi, passaci il laganaturo e dentro mettici crema e cioccolata o se più ti piace ricotta di Castelllammare. Se ci metti un odore di vaniglia o pure acqua di fiori e qualche pocorillo di cedro, fa cosa santa. Fatta la sfogliata, lasciala mezza aperta e mezza ‘nchiusa da una parte e dove lì scorre la crema facci sette occhi piangenti con sette amarene o pezzulli di percocata. Manda tutto al forno, fa cuocere lento, mangia caldo e alliccate le dita

C’è da dire che inizialmente questo dolce veniva preparato con una pettola di acqua, farina e strutto. Col tempo però la ricetta è migliorata ed è attualmente molto più appetibile. Possiamo trovarla ancora in molti bar di Napoli dove spesso viene consumata al posto del cornetto.

Ricetta delle monachine alla crema, antenate della sfogliatella

Ingredienti:
– farina americana, 500 gr
– burro morbido, 40 gr
– sale fino, 10 gr
– acqua , 130 gr
– zucchero a velo
– marmellata di ciliegie o crema pasticciera

Da parte:
– burro per la pasta sfoglia, 400 gr

Preparazione:
1. Otteniamo un panetto amalgamando farina, sale, burro morbido e acqua. Teniamo il burro per la pasta sfoglia a temperatura ambiente per poter lavorare bene.

2. Con il panetto ottenuto formiamo un rettangolo steso su un ripiano infarinato e al centro poniamo il burro, chiudiamo a fagottino e iniziamo nuovamente a stendere formando un rettangolo. Ora possiamo congiungere le due estremità di questo rettangolo verso il centro, ripiegando e ricongiungendo le altre estremità.

3. ora lasciamo riposare per 30 minuti e ripetiamo l’operazione per altre 2 volte.

4. A questo punto possiamo stendere la pasta sfoglia per preparare le monachine, utilizzando un coppa pasta per creare dei dischi con un diametro di circa 10 cm

5. Adesso farciamo questi dischi con crema pasticciera o anche marmellata di ciliegie se ti va.

6. Adesso chiudiamo il nostro disco allungando un po’ la forma tonda. Poi spennelliamo i bordi con il tuorlo d’uovo e pressiamo bene sui bordi in modo che la pasta sfoglia aderisca perfettamente per evitare di far fuoriuscire il ripieno durante la cottura. Insomma le vostre monachine dovranno avere una forma di mezza luna. Poi bucherelliamo la parte superiore delle monachine, spennelliamo con altro tuorlo in modo che assuma un colore dorato durante la cottura.

7. Adesso possiamo infornare le nostre monachine alla crema a 180°C per circa 20/25 minuti. Infine cospargere di zucchero a velo.

Commenta con i tuoi amici