Si somigliano nel gusto e nella forma, ma le palle di riso napoletane hanno tuttavia delle caratteristiche in più rispetto agli arancini siciliani. Sono parenti, sì, ma si differenziano per forma e ripieno più ricco.

Ricetta delle palle di riso napoletane, cugine degli arancini siciliani
Foto Instagram: @mickdero996

Le origini di questa squisita ricetta sono da ricercare nel regno borbonico. Gli arancini di riso furono importati a Napoli dal Regno delle due Sicilie. Non ebbero successo, il riso non era particolarmente apprezzato dai partenopei che tuttavia riuscì ad introdursi nella nostra tradizione culinaria grazie all’arrivo a Napoli dei Monzù, chef francesi voluti dai Reali borbonici alla corte napoletana. Dal sartù di riso, probabilmente dagli avanzi, è nata una ricetta del reimpiego di ingredienti, dando vita così alle palle di riso.

Ricetta delle palle di riso napoletane

Ingredienti:
– riso, 200 gr
– acqua, 450 ml
– uovo, 1
– parmigiano grattugiato, 50 gr
– burro, 15 gr
– basilico
– sale
– pepe

LEGGI ANCHE
Ricetta frittata di pasta alla napoletana: preparata con gli spaghetti

Ingredienti per il ripieno
– cipolla romata, 1/2
– pancetta tesa, 50 gr
– piselli, 100 gr
– prosciutto crudo, 50 gr
– concentrato di pomodoro, 1 cucchiaio
– carne macinata di vitello, 200 gr
– vino bianco, 1 bicchiere
– fiordilatte di Agerola, 100 gr
– olio extravergine di oliva
– sale
– pepe

Per friggere:
– olio di semi di arachidi, 1 L

Ingredienti per la panatura:
– acqua, 250 ml
– farina “00”, 250 gr
– pangrattato, 500 gr

Preparazione:
1. Mondiamo e tritiamo la cipolla, lasciamola rosolare in un tegame con un filo d’olio accompagnato dalla carne macinata. Bagniamo con un bicchiere di vino bianco e aggiungiamo il pomodoro. Lasciamo cuocere per circa 10 minuti.

2. Prendiamo un’altra padella rosoliamo la pancetta e il prosciutto tagliati a cubetti in un goccio di olio. Uniamo i piselli, sale, pepe e mischiamo alla carne. Lasciamo asciugare i sughi di cottura e mettiamo da parte a riposare.

3. Adesso tagliamo il fiordilatte a dadini e uniamo al composto che intanto si sarà raffreddato. In una pentola invece versiamo l’acqua e aggiungiamo riso, burro, un po’ di sale e pepe. Copriamo e lasciamo cuocere a fiamma bassa per 15 minuti. ogni tanto rigiriamo il riso. Quando la cottura sarà ultimata versiamo il riso in una ciotola e lasciamolo raffreddare.

4. A questo punto mischiamo all’uovo sbattuto il parmigiano e basilico tritato. Prepariamo delle palle di 5 cm di diametro e schiacciamole bene nel palmo della mano. Al centro inseriamo un cucchiaio di ripieno.

5. Prepariamo dunque la pastella mescolando l’acqua ghiacciata e la farina. Pastelliamo così le palle di riso arrotolate e ripassiamole nel pangrattato prima di friggerle in abbondante olio che raggiungerà una temperatura di 180°C. Scoliamo le palle di riso quando queste assumeranno un colore dorato.

Commenta con i tuoi amici

Condividi