Adolescente sequestrata e costretta a fare sesso con un coetaneo rom

Una storia brutale di una ragazzina sequestrata e rinchiusa in una camera d'albergo costretta ad un rapporto intimo con un suo coetaneo.

È abominevole quello che è accaduto ad una 12enne di Ciaianiello, in provincia di Caserta. A riportare la notizia è Il Mattino di Napoli. La ragazzina è stata sequestrata e costretta a consumare un rapporto intimo con un suo coetaneo.

Adolescente sequestrata e costretta a fare sesso con un coetaneo rom

A denunciare la scomparsa dell’adolescente sono i stati i genitori che si sono recati nella stazione dei carabinieri di Venafro, in provincia di Isernia. I militari hanno iniziato subito a cercare la 12enne scomparsa. Sono risaliti così all’auto dei suoi rapitori, abbandonata in una zona boschiva.

I proprietari della vettura, una coppia Rom. I due hanno raccontato ai carabinieri di essere stati derubati. I militari dell’arma non si sono lasciati convincere da questo racconto continuando le indagini. La ragazzina di Caianiello, infatti, è stata portata proprio dalla coppia rom in un albergo e qui costretta a fare sesso con un suo coetaneo in nome di un rituale assurdo per favorire l’integrazione di questa comunità alle altre.

In cambio la 12enne avrebbe ricevuto oro e una somma in denaro di 3.200 euro. La coppia di rom intanto è stata arrestata con le accuse di sequestro di minore e violenza sessuale.

Commenta con i tuoi amici