Metronapoli, Linea 1: un uomo si sente male nei vagoni

Metronapoli crea sempre più disagi ai propri viaggiatori che pagano regolarmente il ticket di viaggio. Corse in diminuzione con un'utenza che aumenta. Bisognerebbe riprogrammare la frequenza del passaggio dei treni. Nonostante le scuole siano finite, i pendolari che usufruiscono del servizio sono tuttavia tanti. E in inverno, il sovraffollamento è il medesimo. Dunque qualcosa è probabile che non quadri in questa gestione.

Il prezzo del biglietto aumenta. Le corse diminuiscono, e non solo perché siamo in estate. La Linea 1 della Metropolitana di Napoli dopo tanti anni ripropone sempre gli stessi disagi. Corse che saltano. Tempi di attesa dei treni che vanno oltre il 20 minuti, e persone, incivili, che fumano sulle banchine e la sorveglianza li lascia fare.

Metronapoli, Linea 1: un uomo si sente male nei vagoni

Un pendolare, irato, riporta sul proprio profilo Facebook l’episodio accaduto questa mattina. Un utente si è sentito male. Causa il caldo e l’affollamento. I passeggeri sono costretti a viaggiare schiacciati come sardine.

È successo pochi minuti fa…
All’interno della Linea 1 Metronapoli, ogni giorno usufruiamo di questo servizio manco fossimo delle sardine. Siamo #schiacciati uno contro l’altro senza un minimo di dignità.

Treni che passano ogni 20 minuti negli orari definiti “Non di punta”.
Oggi, dinanzi ai miei occhi, questo signore si è accasciato a terra.

Sai perché? Perché nei vagoni fa un caldo infernale! Perché ci sono pochi treni ed ovviamente si affollano.

Oggi è toccato a lui… Domani potrebbe succedere a Me o Te.
Condividi e fai girare questa foto!

Commenta con i tuoi amici