Roghi sul Vesuvio, probabili conseguenze sulla salute

I roghi sul Vesuvio oltre ad aver danneggiato la natura e il panorama, purtroppo, danneggerà anche la nostra salute. Individuati 8 inneschi chimici per questi incendi dolosi. Il fumo e le polveri hanno letteralmente invaso l’intera Campania.

Incendio sul Vesuvio: rischi alla salute

L’Aprac, l’Ente regionale di protezione ambientale, sta analizzando l’impatto che queste polveri sottili possono avere sulla salute dei cittadini. Pare che il livello attuale di polveri sottili, di PM10, superi di gran lunga il limite giornaliero consentito di 50 microgrammi per metrocubo. Il picco è stato raggiunto questa mattina alle ore 9:00 circa.

L’Ente registra anche l’impatto meteorologico su questo tipo di inquinamento. Ieri, il vento, ha contribuito a spazzare via queste polveri. Oggi purtroppo, in totale assenza, ha fatto si che aumentasse la concentrazione di PM10 nell’aria.

Anche per quanto riguarda la concentrazione dei gas nell’aria l’Arpac ha registrato un aumento che va da Napoli a Nocera inferiore. Livello superato in base ai valori giornalieri minimi consentiti.

Il rischio che soprattutto anziani e bambini vengano colpiti da malori alle vie respiratorie e alla vista per via del fumo, è alto! Per questo motivo il Comune di Ottaviano ha convocato il Coc, Centro operativo comunale, che sarà  attivo per le prossime 24 ore per gestire l’emergenza. Messe a disposizione anche tre ambulanze.

Commenta con i tuoi amici