Camorra, acciuffato Giuseppe Simioli: il latitante più pericoloso d’Italia

È stato arrestato Giuseppe Simioli. Fatale per lui lo spostamento da un rifugio all'altro.

Considerato uno dei latitanti più pericolosi d’Italia. È stato acciuffato a Viterbo, Giuseppe Simioli, detto anche “‘O petruocelo”, uno degli esponenti del clan Polverino.

Camorra: arrestato giuseppe simioli

Come riporta Il Mattino l’uomo è stato stanato dai carabinieri di Napoli e i cacciatori di Calabria e all’Arma competente territorialmente.

Giuseppe Simioli è originario di Marano, in provincia di Napoli, ed è ricercato dal 2011. L’uomo da tempo conduceva una doppia vita. Manteneva moglie e figlio nel napoletano, mentre nel Lazio conduceva una vita insieme ad una donna ispano-brasiliana dalla quale ha avuto due figli.

Il latitante è stato arrestato per associazione mafiosa e traffico di droga e armi. Dovrà scontare una pena di 24 anni in carcere.

Commenta con i tuoi amici