Pagina FB che insulta Napoli: richiesto 300mln di euro di risarcimento

Continua la campagna denigratoria nei confronti dei malati di cancro a Napoli. La pagina Facebook interessata è stata denunciata.

Denunciati gli amministratori della pagina e Facebook in prima persona. A portare in tribunale la comunità “Napoletani popolo indegno e incivile” è l’avvocato Angelo Pisani. La richiesta di rimuovere la pagina serve a tutelare quei cittadini che a causa dell’inquinamento dell’area e delle falde acquifere vedono morire i propri cari.

Pagina FB che insulta Napoli: richiesto 300mln di euro di risarcimento

Come riporta Il Mattino, stufi di essere denigrati, sarà richiesto, a chi ne ha le colpe, 300 milioni di euro. 1 milione di euro per ognuna delle trecento persone che hanno denunciato la pagina Fb.

Gli amministratori della pagina non hanno provveduto a rimuoverla se non alcuni dei post denigratori. Tuttavia, chi ne ha l’autorità, o l’organo di controllo che dovrebbe verificare tali contenuti non si è ancora pronunciato. Per questo l’avvocato Pisani rivolge la denuncia anche a Facebook:

Per il mancato controllo e la mancata eliminazione del profilo, così come avvenne per la povera Tiziana Cantone, la ragazza del napoletano che per vergogna, si tolse la vita dopo la diffusione in rete di alcuni suoi video hot.

Commenta con i tuoi amici