Ha confessato ieri, Ciro Guarente, il 35enne che ha ucciso e occultato il cadavere di Vincenzo Ruggiero, 25 anni. Alla base dell’omicidio: motivi di gelosia. L’assassino non gradiva la frequentazione tra la vittima e il suo compagno.

Ponticelli, ritrovato cadavere: forse è quello di Vincenzo Ruggiero
Foto di repertorio

Stamattina, l’uomo residente a Giugliano, ha confessato che dopo una colluttazione il giovane Vincenzo cadendo avrebbe sbattuto la testa, morendo così sul colpo. E lui, il suo carnefice, lo avrebbe gettato in mare, a Licola.

È di queste ore la notizia del ritrovamento di un cadavere, in un fondo nel quartiere Ponticelli. Il suo corpo non è stato ancora identificato, ma in base a quanto riportato da Il Mattino potrebbe essere quello di Vincenzo Ruggiero. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del reparto territoriale di Aversa e di Napoli.

Commenta con i tuoi amici