Portici, il cadavere ritrovato è quello di Vincenzo Ruggiero

È macabro quello che Ciro Guarente ha fatto al corpo di Vincenzo Ruggiero. Il cadavere del giovane è stato ritrovato in un autolavaggio di Portici

L’omicidio sta acquisendo man mano risvolti riprovevoli. La folle gelosia di Ciro Guarente, dipendente civile della Marina Militare, che ha portato all’assassinio del giovane Vincenzo Ruggiero, si conclude con un’epilogo tragico.

Portici, il cadavere ritrovato è quello di Vincenzo Ruggiero

Il 35enne è stato arrestato ieri mattina. Dopo minuziose indagini i militari sono riusciti ad incastrarlo. Alle forze dell’ordine ha confessato l’omicidio ieri, raccontando però una versione falsa circa le dinamiche della morte del giovane. Aveva dichiarato che dopo una colluttazione, cadendo, il 25enne avrebbe sbattuto la testa perso la vita. Dopodiché si sarebbe disfatto del corpo gettandolo in mare. Ma la verità è molto più macabra.

Ieri pomeriggio, in un autolavaggio è stato trovato il cadavere di un uomo. Oggi la conferma: è quello del giovane Vincenzo Ruggiero. Fatto a pezzi e nascosto in un foro dell’autolavaggio in un garage di una palazzina popolare di via Scarpetta a Ponticelli.

Il corpo del giovane, come riporta Il Mattino, è stato anche cosparso di acido cloridico. Il killer ha tentato di cementificarne i pezzi.

Commenta con i tuoi amici