Agguato di camorra a Scampia: ucciso il figlio del boss

Ennesimo agguato di Camorra avvenuto a Scampia. Un giovane è stato freddato con decine di colpi di arma da fuoco.

Ennesimo agguato a Scampia. I fatti di camorra balzano di nuovo in primo piano. Nella notte è stato ucciso un giovane di 21 anni. Contro di lui una serie di colpi di arma da fuoco esplosi in via Ghisleri.

Agguato di camorra a Scampia: ucciso il figlio del boss
Foto di repertorio

Il giovane si chiamava Nicola Notturno. Inutile il tentativo dei sanitari del 118 di rianimarlo. È deceduto durante il viaggio presso l’ospedale San Giovanni Bosco.

Agguato a Scampia, si tratta di vendetta?

Il 21enne era già noto alle forze dell’ordine. Figlio di Raffaele Notturno, pregiudicato e considerato elemento di spicco degli scissionisti di Scampia. Come riporta Il Mattino, il giovane, era anche il nipote del super boss Gennaro Notturno, detto ‘o sarracino’, diventato collaboratore di giustizia e da qualche mese sta ricostruendo le “origini del male” insieme ai magistrati.

Secondo gli inquirenti si tratta di una vendetta. I Boss che ancora resistono sul territorio avrebbero inviato un messaggio con questo gesto al boss pentito. Contro il giovane sono stati scaricati almeno 10 colpi di arma da fuoco.

Commenta con i tuoi amici