Il prodigio è avvenuto: San Gennaro ha sciolto il sangue

Il miracolo è avvenuto: il sangue di San Gennaro si è sciolto molto presto. Ad annunciarlo l'arcivescovo di Napoli: Crescenzio Sepe.

Stavolta San Gennaro è stato abbastanza veloce. Merito delle preghiere più intense da parte dei fedeli? Fatto sta che alle ore 10.05 il santo patrono di Napoli ha dato luogo al prodigio.

Il prodigio è avvenuto: San Gennaro ha sciolto il sangue

Dall’altare del Duomo, l’arcivescovo partenopeo, Crescenzio Sepe, ha annunciato ai fedeli che la liquefazione del sangue è avvenuta: “Cari amici, con grande gioia e commozione vi annuncio che il sangue di San Gennaro si è sciolto“. Continua il cardinale:

Lo abbiamo trovato completamente sciolto all’apertura della cassaforte e dopo la Messa lo presenteremo alla venerazione uscendo dalla Cattedrale per benedire la città, la regione e l’Italia e la Chiesa. Grazie al Signore che ancora una volta ha manifestato la sua bontà nei riguardi di noi tutti napoletani.

L’annuncio è stato dato prima della celebrazione eucaristica. Il miracolo di San Gennaro è molto sentito dalla popolazione partenopea e avviene tre volte l’anno: a settembre, nel giorno appunto di San Gennaro, nel sabato che precede la prima domenica di maggio e a dicembre.

La preghiera che si rivolge al Santo Patrono di Napoli sono quasi sempre le stesse, le medesime carenze in cui purtroppo versa la città: “Pace, serenità, lavoro”. Folclore e preghiera pulsano all’unisono in un giorno speciale come questo che sprigiona una grande forza simbolica.

Per l’evento o il prodigio come dir si voglia, la città di Napoli ha messo appunto diverse misure di sicurezza. Per la paura degli attentati, infatti, sono state posizionate barriere con l’obiettivo di evitare eventuali attacchi con auto o furgoni.

È tempo di rivolgere una preghiera a San Gennaro. Oggi 19 settembre tutti i partenopei attenderanno con ansia il…

Publié par Napoli Milionaria sur lundi 18 septembre 2017

 

Commenta con i tuoi amici