Campania: approvata legge contro il tabagismo, multe salate

La lotta contro il fumo diventa più concreta applicando delle multe molto salate a chi continuerà a fumare anche solo nei pressi di luoghi pubblici.

Il divieto di fumare nei luoghi pubblici, o nelle immediate vicinanze, diventa ancora più severo e “salato” visto l’importo della multa che verrà applicate ai trasgressori.

Campania: approvata legge contro il tabagismo, multe salate

All’unanimità il Consiglio regionale della Campania ha approvato la legge sulla lotta al tabagismo. Per diminuire i danni alla salute e all’ambiente per il fumo sia attivo che passivo, sarà vietato fumare anche nelle aree immediate limitrofe e agli accessi, senonché ai percorsi sanitari, delle strutture ospedaliere e scolastiche.

Le sanzioni previste ammontano a 550 euro nel caso in cui un trasgressore venga beccato a fumare in presenza di minori di 12 anni o donne in stato interessante.

La Giunta dunque dovrà proporre un piano regionale che preveda interventi e prevenzioni contro il tabagismo promuovendo stili di vita sani e liberi dal fumo nella comunità. E ancora l’accesso gratuito ai servizi aziendali per la cura del tabagismo e per smettere di fumare insieme alla valorizzazione dell’ambiente contro l’inquinamento causato dai rifiuti generati dal fumo.

Dunque in base alla legge la Rengione:

Promuove misure atte a consentire la raccolta degli scarti del fumo in appositi contenitori nel luoghi di aggregazione per evitare la loro dispersione nell’ambiente. Tali raccoglitori sono disposti comunque a una distanza tale da consentire la fruizione di tutti i luoghi pubblici da parte dl minori e non fumatori al riparo dal fumo passivo.

Commenta con i tuoi amici