“Gomorra 2, la serie”: dietro le quinte con Malammore e la scena della “polemica”

All'epoca della messa in onda la scena della morte della figlia di Ciro Di Marzio suscitò numerose polemiche. Fabio De Caro, protagonista di quel momento, sembra voler sfidare i fan a riparlarne "serenamente" questa volta!

È stata una scena tanto cruenta che non si può perdonare nemmeno ad un padre. È stato proprio Genny Savastano (interpretato da Salvatore Esposito) a consegnare il padre, Don Pietro (Fortunato Cerlino) nelle braccia della morte di Ciro di Marzio (Marco D’Amore).

"Gomorra 2, la serie": dietro le quinte con Malammore e la scena della "polemica"

In “Gomorra 2 – la serie” la scena dell’uccisione della figlia di Ciro ha suscitato non poche polemiche. Fabio De Caro, l’attore che interpreta il personaggio di “Malammore” ha postato qualche giorno fa una foto in compagnia della piccola Claudia Veneziano che interpreta appunto il ruolo della figlia de “L’immortale”. Così l’attore scrive come didascalia all’immagine:

10 minuti prima di girare la scena più cruenta di Gomorra 2. Concentrazione massima. Con me la bravissima Claudia Veneziano

È forse questo uno degli atti più violenti compiuti nella serie tv girata a Scampia, nella periferia nord di Napoli, nei confronti di un innocente. Ciò che ha fatto ancora più clamore è il gesto che Malammore compie prima di premere il grilletto, ovvero quello di baciare la croce, quasi a “giustificare” un perdono prima di compiere l’atto più atroce.

Ad ogni modo il post ha “riesumato” vecchi rancori: all’epoca della messa in onda ci furono dei fan che inveirono e minacciarono l’attore per aver recitato in quella scena.

Una scena indimenticabile. Ricordi dal set gomorra2

Publié par Fabio de Caro sur lundi 2 octobre 2017

Commenta con i tuoi amici