Luca Abete denuncia lo “schiavismo” dei commessi a Napoli

Una categoria martoriata quella dei commessi a Napoli che vengono sfruttati e sottopagati.

Luca Abete, inviato di Striscia la Notizia, torna di nuovo a parlare di lavoro: sottopagato. Si tratta dello sfruttamento del lavoro dei commessi.

Commessi a Napoli sottopagati

Questo lavoro qua, il commesso, è l’ultima chance. Non lo consiglierei, perché è schiavismo.

È questa una delle tante testimonianze raccolte da Abete nel corso del suo servizio. Il compenso per i commessi sia piccoli negozi che grandi catene di negozi di abbigliamento è molto basso. Si parla addirittura di 400 euro mensili per dieci/tredici ore di lavoro al giorno. Alle volte si lavora anche la domenica e gli straordinari hanno una retribuzione pari a 4 euro.

Inoltre pare che Confcommercio di Napoli sia al corrente della questione. I proprietari dei negozi fanno leva sulla disperazione delle persone che pur di lavorare accettano qualsiasi tipo di trattamento pur di guadagnare onestamente, anche se molto poco.

Commenta con i tuoi amici