In inverno, soprattutto a Napoli, un bel piatto di pasta a pranzo o a cena è d’obbligo e i partenopei sono noti mangiatori di pasta soprattutto grazie all’alimentazione mediterranea.

Ricetta dei maccheroni alla napoletana: tradizione lunga un secolo

Tra i primi piatti favoriti, senza ombra di dubbio troviamo i maccheroni o meglio “‘e maccarun” rigorosamente, ed etimologicamente, campani. L’origine del nome risale al XI secolo, attestato a Cava ne 1041: “Mackarone”.

Secondo il linguista Giovanni Alessio la parola Maccherone potrebbe avere una duplice origine: dal greco bizantino makarṓnia ossia “canto funebre” che sarebbe passato a significare «pasto del funerale» e quindi di «pietanza da servire» durante questo officio; o ancora dal greco macharía “zuppa d’orzo”.

 

Ad ogni modo un’altra leggenda vuole che i maccheroni siano stati introdotti in Italia da Marco Polo, nel 1292, ma la tesi non è abbastanza accreditata in quanto pare che i maccheroni fossero presenti nella nostra penisola da almeno un millennio.

I maccheroni venivano cucinati con ingredienti semplici. Erano alla portata di tutti e sfamavano intere famiglie. E in più già veniva venduto come cibo da “street food” sulle bancarelle partenopee e solo con un po’ di formaggio grattugiato e un pizzico di sale.

Inoltre a Napoli “maccarone” viene utilizzato anche per apostrofare un determinato tipo di persona poco attenta e con la testa fra le nuvole “Si comme ‘a nu’ maccarone”.

Ricetta dei maccheroni alla napoletana (pasta alla napoletana)

Ingredienti:
– maccheroni, 400 g
– carne di vitellone, 600 g
– pancetta, 40 g
– strutto, 20 g
– vino bianco secco
– concentrato di salsa di pomodoro, 2 cucchiai
– cipolle, 2
– carota piccola, 1
– aglio
– basilico
– costa di sedano, 1
– caciocavallo grattugiato, 4
– olio d’oliva
– sale
– pepe

Preparazione:
1. Iniziamo col tagliare le cipolle a in fettine sottili, poi tritiamo insieme pancetta, carota, sedano e aglio. In una pentola versiamo tutti gli ingredienti appena lavorati e aggiungiamo sopra la carne.

2. Lasciamo rosolare tutto a fiamma bassa e rigiriamo spesso la carne. Poi versiamo sopra un bicchiere di vino bianco secco e lasciamo evaporare. Poi uniamo due cucchiaiate di salsa di pomodoro e diluiamo un po’ d’acqua tiepida. Saliao e pepiamo e aggiungiamo altra acqua se necessario. Poi copriamo la pentola e lasciamo cuocere tutto a fuoco lento.

3. Quando il sugo assumerà un colore scuro e denso potremo allora bollire i maccheroni facendo attenzione di scolarli al dente.

4. Passiamo ad impiattare la nostra pietanza: creiamo uno strato di maccheroni, condiamobolo abbondantemente con il sugo, una cucchiaiata di caciocavallo e foglia di basilico. Formiamo sopra un altro strato di maccheroni e continuiamo la stessa procedura per un altro strato.

Commenta con i tuoi amici