Bacoli, lo strano caso dell’albero che cresce all’incontrario

Sfida ogni tipo di intemperie e sfidando le leggi della natura questo albero cresce all'incontrario.

Napoli è un città ricca di storia, leggende e folclore, ma anche ricca di curiosità e stranezze. Nella città della bella Partenope, infatti, è possibile imbattersi anche in un albero che cresce al contrario.

Bacoli, lo strano caso dell'albero che cresce all'incontrario

L’albero che cresce all’incontrario: la star del parco archeologico di Baia

Questo fenomeno avviene a Bacoli, nella provincia di mare della città, all’interno del parco archeologico di Baio. L’albero curioso cresce a testa in giù con radici sulla volta di un locale termale che si trova accanto al Tempio di Mercurio.

Si tratta di un fico che spontaneamente cresce all’incontrario e sfida tutte le forze della natura resistendo anche a grandi periodi di siccità. Probabilmente è stato il vento a trasportare semi di fico che si sono introdotti nelle fessure o crepe della volta consentendo così alla pianta di crescere.

L’albero appartiene alla famiglia delle Moraceae che ha origini asiatiche. Ovviamente si perde la memoria circa il periodo in cui questa pianta è stata introdotta nel Mediterraneo.

Tuttavia questo albero, nonostante la bellezza del parco archeologico, è diventato una star ed elemento di attrazione: infatti sono molti i turisti che si fermano per scattare foto e selfie.

Commenta con i tuoi amici