“Terùn” ristorante mediterraneo più amato nella Silicon Valley

È del Sud il ristorante più amato durante la pausa pranzo nella Silicon Valley, il più amato tra i Big di Facebook, Google ed Apple.

"Terùn" ristorante mediterraneo più amato nella Silicon Valley

Il ristorante più amato di Palo Alto, nel cuore della Silicon Valley, è del Sud Italia. Si chiama ironicamente “Terùn” visto che i proprietari provengono dal Sud. Fondato da Maico e Franco Campilongo di Scalea, località balneare della Calabria, e Kristyan D’Angelo, cuoco tarantino.

In questo ristorante si respira tutta la passione della cucina siciliana. È inoltre diventato un polo per appiassionati di ciclismo. Ogni anno, a giugno, i proprietari del ristorante organizzano a Scalea, con i clienti proveniente da tutto il mondo, un gara in bici per far conoscere il litorale tirreno.

La storia dei fondatori di Terùn

Nel 2002, a 24 anni, fresco di laurea in Economia e gestione dei Servizi Turistici, Franco, si trasferisce in California per imparare meglio l’inglese. Inizia a lavorare in un ristorante prima come lava piatti, poi cameriere e infine manager. Una carriera veloce che lo ha spinto a pensare subito in proprio.

Maico, il fratello di Franco, lo raggiunge e racconta a il Mattino:

Avevo un lavoro a tempo indeterminato facevo il consulente commerciale a Trento, ma nel 2005 ho deciso di cambiare vita e seguire mio fratello in California. Ero sinceramente preoccupato per la situazione politico economica nazionale e me ne sono andato. – Continua Maico – In questo nome c’è tutto – spiega Maico – c’è la voglia di rileggere la storia dell’Unità d’Italia da un altro punto di vista e l’orgoglio di essere del Sud. Mi piace raccontare la storia del Mezzogiorno ai nostri clienti, da quando Garibaldi arrivò con i Piemontesi e di come poi andò a finire. Tutti si appassionano a questa storia e al controsenso che vede nel loro immaginario Napoli, come città ‘brutta’ e ‘piena di camorra’, però io gli spiego che la prima ferrovia è stata fatta qui

Il menu è tipicamente mediterraneo con pizze, lasagne, parmigiane, polpette e scialatielli. Ma il vero successo, come racconta Maico, è l’atmosfera del Sud che si respira nel ristorante:

Il nostro segreto? il gioco di squadra e il fatto che intrecciamo rapporti umani con i nostri clienti. Mi piace stare in sala, chiacchierare con le persone e perchè no, suonare, cantare e ballare, le canzoni della nostra tradizione.

Di successo è la loro pizza pera e gorgonzola. Le loro pizze infatti sonos tate inserite dal Food Network America tra le 7 pizzerie più autentiche degli Stati Uniti. Scherza Maico:

Quando la porto a tavola racconto al cliente com’è nata questa accoppiata grazie al detto ‘Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere.

Commenta con i tuoi amici