Ricetta della pizza di scarola napoletana: una reginetta deliziosa

La ricetta della pizza di scarola napoletana non è un'altra pizza, regina tra le regina, che domina in alcuni periodi dell'anno e si lascia mangiare fino all'ultima briciola.

La pizza di scarola a Napoli è tipico del periodo natalizio. Rappresenta quello che è una pietanza “leggera” in vista del cenone della Vigilia di Natale. Ad ogni modo, questa gustosissima pizza, viene preparate anche nei giorni di Pasqua.

Ci sono tuttavia diverse varianti. C’è chi la prepara anche in agrodolce con lo la jeta, infatti viene definita anche “pizza con la jeta” per l’utilizzo della bietola da coste.

Al solito impasto della pizza di scarole napoletana, alle volte, viene sostituito dalla sfoglia che rende tutto ancora più morbido e di una scioglievolezza quasi libidinosa.

Ricetta della pizza di scarola napoletana: una reginetta deliziosa

Ricetta della pizza di scarola napoletana: una reginetta deliziosa

Ingredienti per l’impasto:

  • farina, 500 gr
  • lievito, 1 panetto
  • strutto, 150 gr
  • acqua
  • sale
  • pepe

Ingredienti per il ripieno:

  • scarola mondata, 1kg
  • aglio, 1 spicchio
  • capperi, 50 gr
  • olive nere di Gaeta, 100 gr
  • olio, 100 gr
  • sale e pepe

Preparazione:
1. Diluiamo il lievito in acqua calda poi mescoliamo ad un pugno di farina e lasciamo crescere il nostro panetto per circa un’ora. Disponiamo adesso la farina a fontana, inseriamo all’interno l’impasto lievitato con strutto, sale, pepe e iniziamo ad impastare aggiungendo gradualmente l’acqua tiepida e cerchiamo di ottenere un impasto morbido. Avvolgiamo il nostro impasto in un canovaccio e lasciamo che raddoppi di volume.

2. Adesso laviamo bene la scarola. Dividiamola bene e lasciamola in acqua bollente per un minuto. Poi sgoccioliamola e premiamola liberandola dall’acqua in eccesso. A questo punto poniamola in una padella per soffriggerla insieme all’aglio e l’olio. Versiamoci poi i capperi, le olive snocciolate e lasciamo cuocere per una decina di minuti a fuoco vivo. A fine cottura aggiungiamo anche un po’ di sale.

3. Trascorso il tempo preleviamo l’impasto dal canovaccio e dividiamolo in due parti uguali. Spianiamo i due impasti all’altezza di un centimetro. Inseriamo il primo in un ruoto unto di olio o imburrato, farciamo con la scarola e copriamo la pizza con l’altro pezzo di pizza. Adesso possiamo infornare a 180°C per circa 45 minuti. Quando la pizza di scarole sarà pronta lasciamo che si raffreddi per servirla.

Il consiglio: il lievito va utilizzato con parsimonia. Magari aumentare il tempo di lievitazione naturale così la pizza sarà più digeribile.

Commenta con i tuoi amici