Davide Astori, i funerali: più di 3000 i tifosi in piazza

Piazza Santa Croce a Firenze si tinge di viola. Più di 3000 i tifosi per dare l'ultimo addio a Davide Astori durante i suoi funerali.

Oggi i funerali di Davide Astori. Il calciatore, capitano della Fiorentina, è morto domenica scorsa, colto da un attacco cardio circolatorio durante la notte. Il giorno dopo avrebbe dovuto disputare il match contro l’Udinese, ma è stato trovato esanime nella camera d’albergo. Il 31enne difensore dei Viola lascia la compagna, la napoletana Francesca Fioretti, e una figlia di due anni, la piccola Vittoria.

I funerali di Davide Astori si stanno svolgendo in questo momento, a Firenze, nella Basilica di Santa Croce. A partecipare i suoi compagni di squadra, famigliari, amici e tanti altri big che lo stimavano. Tutti commossi e tristi per la scomparsa improvvisa di un ragazzo, e capitano d’oro, come lui.

I funerali di Davide Astori: più di 3000 i tifosi in piazza
Foto: calciomercato.com

I funerali di Davide Astori: più di 3000 i tifosi in piazza

Ha partecipato ai funerali anche il ministro dello Sport, Luca Lotti, e il presidente del Coni Giovanni Malagò. Giunti anche Diego e Andrea della Valle e anche l’ex premier Matteo Renzi, l’attuale sindaco di Firenze e presidente della regione Toscana.

Per i funerali di Davide Astori più di 3000 tifosi in piazza davanti alla Basilica Santa Croce. Prima di accedere alla Basilica il feretro del calciatore ha sfilato per le vie più importanti del capoluogo toscano facendo tappa anche davanti allo stadio Franchi per cercare di sfamare l’affetto mostrato in questi giorni da tutti i tifosi e la comunità calcistica.

Firenze si tinge di viola più che mai e sono stati anche migliaia anche i tifosi che hanno reso omaggio ad Astori nella camera ardente allestita a Coverciano. Commozione e lacrime per una perdita così grave e ingiusta.

A celebrare la messa l’arcivescovo, cardinale Giuseppe Betori, che riconosce in lui le virtù dei grandi uomini:

Siamo qui a pregare per Davide e lo facciamo in questa basilica che l’Italia ha voluto fosse il sacrario degli uomini più illustri che l’hanno onorata e che custodisce le virtù più alte del nostro popolo. Virtù che noi riconosciamo a Davide e per questo motivo lo salutiamo in questo luogo.

Commenta con i tuoi amici