Solo pochi giorni fa un nuovo sfogo choc da parte di Lorenzo Crespi ripreso da tutti i media. Debilitato, con una grave malattia ai polmoni, non curabile e/o operabile, l’attore messinese è costretto al gelo nei giorni più freddi dell’anno. Giorni in cui l’Italia è stata investita da Burian portando la neve anche a Sud della penisola.

Molti giornali hanno frainteso: Lorenzo Crespi oggi ospite a Domenica Live ci tiene a precisare che il suo post non era contro Barbara D’Urso. Le sue ospitate nel salotto della conduttrice napoletana non sono terminate per qualche dissapore, ma solo a causa della sua malattia. Il tempo di riprendersi per poi ritornare al suo ruolo aggiungendo che l’affetto che prova nei confronti di Barbara non finirà mai.

Lorenzo Crespi a Domenica Live: "la verità choc e le minacce di morte"

Lorenzo Crespi ha dato fiducia a persone sbagliate e sottolinea: “non sono povero, sono malato“. Ha deciso di trasferirsi da Messina a Roma fidandosi di alcune persone dando la sua disponibilità lavorativa in cambio di una casa con le relative utenze. Si evince così che qualcuno voglia il suo male.

Lorenzo Crespi è un combattente: “Io non mi farà uccidere da loro”

In base ai suoi racconti pare ovvio che l’attore siculo sia stato un militare che abbia combattuto per i più deboli, in particolare per i bambini decidendo poi di intraprendere la carriera d’attore, una brillante carriera fino a quando la “‘Ndrangheta” trasversalmente abbia deciso di colpirlo.

Lorenzo Crespi dichiara: “Io non mi farò uccidere da loro. Io combatterò e lo farò per i miei colleghi, per Luigi Tenco, per Mia Martini” e poi finisce di parlare, la sua voce è rotta dal pianto.

Il peggio è iniziato di nuovo quando il giorno prima delle elezioni, mentre guardava la tv, è andata via la corrente notando poi i sigilli nell’abitacolo dell’edificio adibito all’erogazione dei servizi elettrici. Non c’era modo di combattere quel freddo pungente. Contratto, a letto, con tante coperte che lo avvolgevano, gli è sembrato quasi morire anche per uno come lui, un combattente.

Lorenzo Crespi a Domenica Live: "la verità choc e le minacce di morte"

Lorenzo Crespi a Domenica Live: la verità choc e le minacce di morte

Lorenzo Crespi ha parlato della malattia che lo distruggerà un poco alla volta, ma fin quando avrà un po’ di fiato in gola proverà a combatterla. A cavallo della fiction “Gente di mare” e “Pompei”, colosso che Lorenzo Crespi girò per la Lux, qualcosa di inimmaginabile accadde. Il suo racconto risulta un po’ confuso, ma lucidissimo la sua preoccupazione, e anche quella di Barbara D’Urso visto la verità scottante rivelata dall’attore:

È giusto che gli italiani sappiano la verità. Se nel febbraio del 2007 mentre stai lavorando dall’Hotel in cui alloggi ti chiamano per dirti che c’è posta per te! Trovo una busta con due colpi calibro 9, indirizzati a me.

Quella lettera, o meglio, quella minaccia lo ha costretto a poco a poco a lasciare il set di “Gente di Mare e via via anche il mondo dello spettacolo. Continua il suo racconto:

Caricato su un camion (pare sotto scorta, ndr) costretto poi a lasciare la fiction. La ‘Ndrangheta ha colpito me per non colpire loro i “Cacciatori di Calabria”. Questo, mi dicevano, è un messaggio: se non muori con il primo muori con il secondo. 

Sembra dunque che l’attore siculo abbia fatto parte di questo corpo militare in passato e la criminalità organizzata abbia deciso di colpirlo per ferire trasversalmente questi ultimi? La conduttrice evidentemente preoccupata dalle dichiarazioni del suo ospite ha cercato di smistare l’attenzione e dare la pubblicità senza nemmeno salutarlo. Ritornata dalla pubblicità Lorenzo Crespi già non c’era più.

 

L’attore ha inoltre lamentato il fatto che di questa storia non si sappia nulla. Che la stampa, all’epoca, non ne abbia mai parlato. E vuole mettere in chiaro che non è povero, confusione che i media hanno creato tanto da causargli difficoltà nel trovare un nuovo appartamento da affittare per la paura, che Lorenzo Crespi, non abbia le possibilità di pagarne l’affitto.

Commenta con i tuoi amici