La ricetta della minestra di Pasqua o “menestella ‘e Ppasca” è tipica della cucina napoletana e serve a preparare lo stomaco dei partenopei alla maratona che si tiene a pranzo durante queste festività.

Ricetta della minestra di Pasqua: quella non maritata
Instagram: @_giulsss94

La minestra di Pasqua si differenzia da quella “maritata“, che a Napoli si prepara durante il periodo di Natale, è che viene preparato solo con l’unione di più verdure che, per l’appunto, non si sposano con la carne.

Ricetta della minestra di Pasqua: quella non maritata

Ingredienti:

  • gambetto di prosciutto crudo, 400 gr
  • polpa di manzo, 500 gr
  • cotenna di maiale, 300 gr
  • scarola, 300 gr
  • borragine, 300 g
  • cicoria, 300 gr
  • sale doppio
  • carota, 1
  • sedano, 1
  • cipolla, 1
  • pomodoro San Marzano, 2
  • prezzemolo, 1 ciuffo
  • pecorino grattugiato e a cubetti, 200 gr
  • pepe

Preparazione:
1. In una pentola caliamo il pezzo di carne, gambetto di prosciutto, cotenne (ridotte in listarelle), carota, cipolla, sedano, prezzemolo e sale e poi ricopriamo d’acqua e lasciare cuocere come un qualsiasi altro brodo.

2. A questo punto lessiamo separatamente le verdure per non farle cuocere troppo. Scoliamole e strizziamole in modo da eliminare tutta l’acqua possibile.

3. Passiamo il brodo e immergiamo le verdure cotte e spezzettate, il prosciutto ridotto a pezzettini, le cotenne e anche la carne sempre spezzettata.

4. Adesso possiamo portare la minestra a bollore aggiungendo i cubetti di pecorino e lasciare sobbollire invece per un’ora.

5. La nostra minestra di Pasqua è pronta per essere servita previa cosparsa di una buona manciata di pecorino grattugiato e pepe.

Commenta con i tuoi amici