Il dolore del papà di Nicola Marra: “Siate amici veri”

Il dolore di Antonio, papà di Nicola Marra, il ragazzo trovato morto a Positano, è troppo forte e fa un appello a tutti i giovani..

La scomparsa, dopo 24 ore il ritrovamento del giovane, esanime. Nicola Marra è stato ritrovato morto martedì scorso. Dopo aver trascorso le festività di Pasqua con gli amici, e la serata in una discoteca di Positano, del giovane si sono perse le tracce.

Forse aveva alzato un po’ il gomito. Erano le 4:00 del mattino quando ha comunicato agli amici la sua intenzione di ritornare a casa prendendo l’auto. Nessuno lo ha fermato. E poi il tragico ritrovamento. Il giovane di 21 anni è stato trovato cadavere in fondo ad un burrone. Le circostanze della sua morte sono ancora da chiarire mentre il padre di Nicola è distrutto dal dolore.

Il dolore del papà di Nicola Marra: "Siate amici veri"

Il dolore del papà di Nicola Marra: “Nessuno lo ha fermato”

Antonio Marra, il papà di Nicola, è ancora sotto choc per il grave lutto e dichiara attraverso le pagine de la Repubblica:

Questa tragedia non ha senso. Voglio augurarmi che nessuno avrebbe potuto aiutare Nicola. Forse non hanno capito neanche gli amici. Se chi lo ha visto alterato in discoteca, chiunque, lo avesse fermato prendendolo a schiaffi, tutto questo non sarebbe successo

Purtroppo è così, la vera amicizia non viene più praticata. Non si è amici solo nell’atto del divertimento. Si è amici quando si aiuta un altro amico a non commettere una sciocchezza, a dare un valido consiglio e preoccuparsene. Così l’appello di Antonio Marra suona come un grido di aiuto reciproco che soprattutto i giovani dovrebbero cogliere e imparando così ad essere meno egoisti sviluppando un po’ più di altruismo:

Fate in modo che non muoiano altri ragazzi. Ai giovani dico: siate amici veri, non solo compagni di viaggio per la durata di un passaggio. Nicola era un fiore di ragazzo, uno sportivo, cintura nera di karate. Andavamo a sciare assieme, amava viaggiare e studiare Giurisprudenza. Era sempre il primo a prendere l’iniziativa, non si fermava mai. Di una razionalità incredibile e di una grande sensibilità

Commenta con i tuoi amici