La famiglia di Davide Astori: “Vorremmo dire grazie a tutti”

È accaduto tutto così in fretta e in maniera tanto inaspettata. Così inaspettata che è stato difficile accettare quanto accaduto lo scorso 4 marzo, tanto che se ne parla ancora come se fosse accaduto ieri. È invece sono trascorsi già due mesi dalla morte di Davide Astori, calciatore e capitano della Fiorentina.

Il giovane Davide, il giorno dopo la sua morte, avrebbe dovuto disputare il match contro l’Udinese, una partita che non avrebbe mai giocato. Davide Astori ha lasciato la compagna, la napoletana Francesca Fioretti, e la figlia, la piccola Vittoria. Un ragazzo con tante passioni, non solo il calcio nella sua vita: il capitano della Fiorentina amava molto anche l’arte. Si è contraddistinto dentro e fuori al campo di calcio per la sua umiltà e semplicità, che attualmente sembrano essere delle rarità.

La famiglia di Davide Astori: "Vorremmo dire grazie a tutti"
Foto: il messaggio della famiglia Astori sulla Gazzetta dello Sport

Un dolore immenso quello che la sua morte ha provocato tra i famigliari, amici e i suoi fan. E a distanza di due mesi è stata proprio la famiglia che ha rotto il silenzio ringraziando pubblicamente tutte le persone che hanno dimostrato solidarietà in un momento così delicato. Così la famiglia di Davide Astori ha deciso si parlare attraverso le pagine della Gazzetta dello Sport.

GRAZIE  è una parola semplice ma unica, come era Davide. Vorremmo dire GRAZIE personalmente a tutti voi che ci siete stati vicini a partire da quell’inatteso 4 marzo, ma siete talmente tanti che non sarebbe possibile. Pertanto è così, come era solito fare Davide con un sorriso e un forte abbraccio, che diciamo a tutti voi: GRAZIE DI CUORE

Davide Astori ci lascia in eredità l’esempio più importante e al quale tutti i calciatori dovrebbero attenersi: sorrisi, correttezza e un modo pulito di essere sportivo.

Commenta con i tuoi amici