Poste Italiane: previste oltre 1.500 assuzioni per il 2018

Numerose le assunzioni previste per la fine del 2018 e inoltre 4.000 nuovi posti di lavoro sono previsti entro il 2020 in Poste Italiane

Nuove assunzioni nell’azienda di Poste Italiane e su tutto il territorio. Entro la fine del 2018 saranno previste 1.500 assunzioni. In base agli accordi presi con i diversi sindacati in sede di rinnovo del Contratto collettivo nazionale di Lavoro, avvenuto lo scorso 30 novembre, 1.080 di queste assunzione saranno a tempo indeterminato e riguardano persone che lavorano già o hanno lavorato in Poste Italiane con un contratto a tempo determinato.

Poste Italiane: previste oltre 1.500 assuzioni per il 2018

Inoltre da part-time si passerà a full time per 1.126 lavoratori e 500 assunzioni di giovani laureati per la consulenza all’interno degli uffici postali. Previsti a breve nuovi incontri con i sindacati per porre a dettaglio le politiche attive del lavoro da realizzarsi tra il 2019 e il 2020

Le politiche attive concordate con le organizzazioni sindacali consentiranno di realizzare in modo efficace le strategie delineate nel piano industriale ‘Deliver 2022′ – spiega Poste in una nota – in particolare per quanto riguarda la nuova organizzazione del recapito, pensata per rispondere ai nuovi bisogni dei cittadini e per cogliere tutte le opportunità offerte dalla crescita dell’e-commerce grazie anche ad una maggiore flessibilità e ad un’estensione degli orari di consegna”. L’intesa – ricorda Poste – rientra nell’attuazione dei precedenti accordi in materia di politiche attive del lavoro sottoscritti in sede di rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro lo scorso 30 novembre 2017  e “contribuisce non solo alla creazione di nuove opportunità di lavoro ma anche alla possibilità di conciliare l’attività lavorativa con i progetti di vita dei dipendenti di Poste Italiane, confermando l’attenzione dell’Azienda ai temi dell’inclusione e della responsabilità sociale.

Commenta con i tuoi amici