Napoli, ordina un pizza senza soldi e il gesto gentile fa il giro del web

Quando la gentilezza sembra non essere più di moda ecco una napoletana che ti stupisce: la storia ha già fatto il giro del web.

Napoli, ordina un pizza senza soldi e il gesto gentile fa il giro del web

L’episodio raccontato da un food blogger partenopeo sta facendo il giro del web per quella caratteristica che ognuno dovrebbe possedere: la gentilezza e che oggi sembra essere un dono raro nelle persone.

Il fatto è accaduto in una pizzeria di Montesanto. Il food blogger, Moeh Esse, aveva ordinato una pizza, magari anche da consumare al volo, accorgendosi però di esssere rimasto a corto di contanti, ha chiesto alla proprietaria della pizzeria la possibilità di pagare con bancomat.

La proprietaria, con modi cortesi, gli ha fatto capire che per un euro non era un problema e lo ha invitato a consumare la sua pizza facendo anche di più: preparandogli un posto all’ombra per poter consumare il suo pranzo.

Il giovane food blogger dopo aver mangiato la pizza, “buonissima” secondo il suo parere, si è recato presso il bancomat più vicino prelevando del denaro per ritornare di nuovo in pizzeria e saldare il conto di 1 euro della pizza.

La signora a quel punto lo ha sbalordito di nuovo esclamando: “Sei tornato per darmi un euro? Vai a prenderti un caffè e bevitelo alla mia salute“. La storia raccontata sul web ha già fatto il giro della rete raccogliendo il consenso positivo da parte di tutti gli internauti. Il post su Facebook ha già superato i 50mila like e 12mila condivisioni.

Credo capiti a tutti di andare da qualche parte, ordinare ed essere convintissimi di avere i soldi nel portafoglio. Oggi è capitato qui. Prendo una pizza a portafoglio. Un euro. Il mio portafoglio, però, è vuoto.
“Signò, ero convinto di avere i soldi. Lo so che è un euro ma posso pagare col bancomat?”
“No, nun ‘o teng ma nun te preoccupà”
“Vabbe, mettetemi sta pizza da parte, vado a prelevare e torno”
“Ma va, cammin, magnate sta pizz”.
Mi mette una sedia all’ombra, mi mette la pizza in mano.
“Statt accort, mo è asciut ra ind ‘o furn”.
Mangio. È buonissima.
Mi alzo, ringrazio, vado via. Vado in banca, prelevo, torno.
“E tu si turnat pe me ra n’eur? Vatt ‘a piglià nu cafè e vivatill pa saluta mij”.

Credo capiti a tutti di andare da qualche parte, ordinare ed essere convintissimi di avere i soldi nel portafoglio. Oggi…

Publiée par Moeh Esse sur Lundi 2 juillet 2018

Commenta con i tuoi amici