Federico II, attivato il nuovo corso di laurea in: "Scienze gastronomiche mediterranee"

Un corso di laurea che cavalca il successo gastronomico che Napoli e la Campania sta vivendo in questi ultimi anni. La triennale in “Scienze gastronomiche mediterranee” è stata attivata dall’Università degli studi di Napoli Federico II.

Federico II, attivato il nuovo corso di laurea in: "Scienze gastronomiche mediterranee" - Reggia di Portici
Reggia di Portici

Come riporta la Repubblica, tra i docenti spiccano i nomi di: Gennaro Esposito Alfonso Iaccarino, Nino Di Costanzo che insegneranno nella sede del cdl nella Reggia di Portici.  Il direttore del dipartimento di Agraria Matteo Lorito afferma:

Abbiamo appena ricevuto l’ok definitivo dall’Anvur, Il nuovo corso di laurea è pronto a partire, sin dal prossimo anno accademico. Un corso a numero chiuso, riservato a 50 studenti che dovranno superare, a settembre, un test di accesso. Ci rivolgiamo soprattutto agli allievi degli istituti alberghieri, ma anche ai liceali. Il settore è guardato con sempre maggiore interesse da ragazzi con le più varie formazioni culturali. D’altra parte, se è vero che il nostro sarà un corso ad alto grado di professionalizzazione, non intendiamo formare solo chef, ma esperti di gastronomia a tutto tondo.

Come Partner privato l’università partenopea ha individuato “Eccellenze Campane” che metterà a disposizione i propri laboratori didattici: quattro sale ristorazione con diverse cucine attrezzate, un birrificio, un laboratorio di pasticceria, una panetteria e una pizzeria, un’area pub, un caseificio, un centro di micro-vinificazione.

Il direttore dell’università di agraria, Lorito, continua:

Strutture indispensabili per la formazione degli studenti. Che si ritroveranno, al terzo anno di corso, a gestire un ristorante aperto al pubblico, nella struttura di via Brin, appunto. Perché sappiano, da laureati, ricoprire tutti i ruoli tecnico-organizzativi in un in un’azienda di catering, in un’azienda di produzioni tipiche.

Si tratta di un corso di laurea davvero completo. Oltre al “mestiere” bisognerà imparare anche a fare comunicazione, indispensabile nell’era dei social network. E proprio attraverso questi strumenti gli allievi dovranno apprendere le diverse tecniche per attirare sponsor per l’approvvigionamento di materie prime, semi-lavorati e utensili.