Ricetta della graffa dell’Edenlandia: golosa e leggendaria

La ricetta della graffa dell'Edenlandia è un'attrazione alla pari di tutte le giostre del parco giochi a tema. La sua soffice bontà è diventata leggenda e ora con la riapertura della struttura tutti i partenopei non vedono l'ora di consumarla.

La graffa dell’Edenalndia è leggendaria e finalmente dopo tanto tempo quei bambini oggi adulti, e magari anche con i propri figli, potranno assaggiarla. Il chiosco delle graffe nel parco giochi di Fuorigrotta è stata da sempre una delle “attrazioni” più amate dai partenopei e oggi noi cerchiamo di ricostruire la ricetta e riproporvela.

Ricetta della graffa dell'Edenlandia: golosa e leggendaria
Foto Facebook: @Marco Infante

Il segreto, probabilmente, per realizzare una fedele graffa dell’Edenlandia sta nel peso di ognuna delle graffe. Per risultare soffice e leggera non dovrebbe superare i 120 gr di peso. Allora che ne dite, siete pronti ad inebriare la vostra casa del dolce profumo di questa golosissima ciambella?

Ricetta della graffa dell’Edenlandia: golosa e leggendaria

Ingredienti:

  • farina manitoba, 120 gr
  • farina 00, 160 gr
  • acqua, 100 ml
  • latte, 30 ml
  • uovo, 1
  • zucchero, 25 gr
  • sale, 1 cucchiaino
  • lievito di birra sbriciolato, 10 gr
  • aroma di arancia, 1 fialetta
  • aroma di vaniglia, 1 fialetta
  • limone, 4 gocce
  • cannella, 1 pizzico
  • olio di semi d’arachidi, 1 litro
  • zucchero semolato fino, 200 gr
  • burro morbido, 12 gr

Preparazione:
1. Iniziamo ad impastare farina, zucchero e lievito in una ciotola. Lasciamo intipeidire l’acqua e aggiungere un po’ di latte mescolando. Aggiungiamo anche gli aromi, uniamo l’uovo e amalgamiamo bene. Aggiungiamo il burro morbido, il sale e impastiamo per circa 15 minuto. Il panetto dovrà risultare liscio e soffice.

2. Adesso ricopriamo il nostro pasto con pellicola, precedentemente adagiato in una ciotola e lasciamo lievitare in luogo caldo per almeno 2 ore.

3. Su una spianatoia leggermente infarinata stendiamo il nostro impasto ad 1 cm circa. Magari con l’aiuto di un coppapasta possiamo creare dei cerchi per poi lavorali e formare la classica forma della ciambella unità all’estremità, uguale alla graffa dell’Edenlandia.

4. Adesso lasciamo riposare le nostre graffe ancora per 1 ora così da farle crescere di volume. Dopodiché in una padella stretta e alta versiamo il nostro olio di semi di arachidi. Una volta portato a temperatura in una ciotola larga versiamo lo zucchero semolato e versiamo nella padella con l’olio le nostre graffe per friggerle. ci vorrà qualche minuto e quando risulteranno dorate estrarle dalla padella e passarle nella ciotola con lo zucchero per guarnirla interamente. Ripetere l’operazione per tutte le altre graffe. Ed et voilà, la graffa dell’Edenlandia è pronta per essere servita.

Commenta con i tuoi amici