Incendio a Caivano, rischio nube tossica: precauzioni

L'incendio a Caivano è stato devastante in termini fumo che si è propagato alto nel cielo. Il Comune dirama alcuni consigli precauzionali per i cittadini.

Tutto è andato in fiamme, rischio nube. L’episodio è avvenuto ieri in zona Pascarola a Caivano, dove uno stabili di riciclo di materiale plastico e rifiuti ha preso fuoco. Si tratta della Di Gennaro S.p.A.

Incendio a Caivano, rischio nube tossica: precauzioni

Il fumo si è levato alto in cielo tanto da essere notato anche dal centro di Napoli. Per fortuna non ci sono gravi feriti, qualche intossicato ma in maniera lieve. Intanto le aziende di competenza rilevano la qualità dell’area per capire eventuali danni. Per questo motivo sia il Comune di Caivano che l’Asl Napoli 2 Nord ha diramato note ufficiale con suggerimenti ai cittadinia:

  • Raccomanda alla popolazione di fare limitare le uscite, se non in caso di estrema necessità, e di fare attenzione agli alimenti che si consumano. Nella fattispecie:
  • è vietato, fino a revoca dell’ordinanza, sostare nelle strade e negli spazi all’aperto all’interno e lungo il perimetro esterno dell’agglomerato urbano zona Asi – località Pascarola in Caivano ivi compreso la prescritta fascia di rispetto;
  • è raccomandato alla popolazione di evitare di lasciare aperte porte e finestre delle abitazioni in attesa dell’esito degli specifici rilievi tecnici in corso, nonché dello spegnimento dell’incendio;
  • è fatto altresì divieto, fino a revoca della presente ordinanza, di manifestazioni ludico-sportive o di altri eventi programmati all’aperto;
  • è vivamente raccomandato alla popolazione di lavare accuratamente, prima del consumo, i prodotti agricoli esposti all’atmosfera;
  • è fatto obbligo a chiunque di dare alla presente ordinanza la maggiore diffusione possibile;
  • il presente divieto ha validità fino a revoca del presente provvedimento.

Commenta con i tuoi amici