Lungomare di Napoli: giovane aggredita in grave condizioni

La madre della ragazza ferita in spiaggia, sul Lungomare di Napoli, in una intervista si dichiara pronta a farsi giustizia da sola se la legge non riuscirà a darle una mano

La terribile vicenda che si è consumata ieri sugli scogli del Lungomare di Napoli sta assumendo man mano le fattezze di una tragedia. La ragazza ferita con cinque coltellate dal suo ex ragazzo pare versi in gravi condizioni. L’uomo bloccato è un 25enne, A.B. ex ragazzo della 19enne che rifiutava di riallacciare rapporti con lui a causa della sua forte gelosia, almeno è quanto dichiara la madre della giovane donna raggiunta dai microfoni di Teleclubitalia.it.

Lungomare di Napoli: giovane aggredita in grave condizioni

Sembra che i due avessero anche un figlio insieme. La violenza è scattata quando il suo ex, nel posto dove l’avrebbe aspettata tutto il giorno, l’ha vista arrivare in compagnia di un altro ragazzo. La madre della ragazza intanto chiede giustizia per la propria figlia come dichiara ai media che l’hanno intervistata direttamente in ospedale. La 19enne ha riportato ferite gravi al polmone, stomaco e sotto al seno.

Secondo quanto riportato dal sito web Anteprima24, la donna ferita si chiama Morena Albino, figlia di Antonio Albino, pregiudicato che il 27 marzo del 2004, per ordine del Boss Vincenzo Mazzarella, a Forcella, nel quartiere popolare di Napoli, eseguì un raid per assassinare Salvatore Giuliano. Durante la sparatoria una pallottola vagante ferì mortalmente la 17enne Annalisa Durante.

Commenta con i tuoi amici