Zanzara Culex e il virus West Nile: diversi casi di decesso in Italia

Cresce la preoccupazione per le punture da zanzara culex. Diversi casi di infezione dal virus West Nile che ha portato in totale al decesso di cinque persone.

Cresce la paura per le punture della zanzare Culex dove solo a Ferrara, il 9 agosto, sono stati registrati due decessi. Si tratta di due pazienti di 69 e 86 anni. Il decesso è sopraggiunto a causa di una forma invasiva di malattia da West Nile Virus.

Zanzara Culex e il virus West Nile: diversi casi di decesso in Italia

La trasmissione di questo virus avviene tramite puntura della zanzara del genere Culex, sempre molto diffusa in Italia. A rischio sono le persone anziane già debilitate. Le due persone decedute erano entrambi affetti da patologie cardiovascolari.

I sintomi da puntura di zanzara Culex

Nell’uomo l’infezione decorre in modo asintomatico nell’80% dei casi e si può presentare con sindrome febbrile, cefalea e possibili eruzioni cutanee con risoluzione spontanea. La percentuale minima, 1 su 10mila, il quadro della malattia può essere grave.

Tuttavia solo nella provincia di Ferrara i casi di malattia neuro invasiva ad oggi sono sei di cui tre sono ancora ricoverati. In Emilia, ad esempio, sono stati registrati tre decessi ed ecco che in un batter d’occhio le vittime salgono a cinque.

Dal 15 giugno – ricorda l’Asl – è attivo il sistema regionale di sorveglianza delle Arbovirosi che prevede la sorveglianza integrata entomologica, veterinaria e umana, per il rilevamento precoce della circolazione del virus West Nile tramite cattura di uccelli e zanzare per la ricerca del microrganismo patogeno.

Commenta con i tuoi amici