Crollo del ponte a Genova, Salvini: “Accerteremo i responsabili”

È un disastro sull’autostrada A10 di Genova dove è avvenuto il crollo del ponte Morandi. Secondo i primi dati sono state accertate 35 vittime e 13 feriti. Tra le persone decedute e rimaste sotto le macerie anche un bambino. Erano circa 30 i veicoli che transitavano sul viadotto durante il crollo.

Crollo del ponte a Genova, Salvini: "Accerteremo i responsabili"

A Rainews24, il ministro dele Infrastrutture, Edoardo Rixi, dichiara: “Hanno fatto un salto di 70 metri. È una tragedia, un vero disastro“. Purtroppo il bilancio delle vittime sembra destinato a salire nelle prossime ore. Più di 300 vigili del fuoco sono impegnati nel cercare di salvare altre persone probabilmente incastrate sotto le macerie e sperando siano ancora vive.

Altri feriti coinvolti nel crollo, seppur all’interno delle loro abitazioni, sono stati trasportati in ospedale in codice rosso. Borrelli, il responsabile della Protezione Civile, ha dichiarato: “C’è il rischio che altre parti del ponte possano crollare, per questo motivo abbiamo sfollato le persone da tutti gli edifici circostanti“.

LE IMMAGINI DELLA TRAGEDIA DI GENOVA, VISTA DALL'ELICOTTERO DEI VIGILI DEL FUOCO

Immagini impressionanti.GRAZIE alle centinaia di professionisti, soccorritori e volontari impegnati da ore nei soccorsi, una preghiera per le vittime e per le loro famiglie.Una promessa: andremo fino in fondo per accertare le responsabilità di questo disastro inaccettabile.

Publiée par Matteo Salvini sur Mardi 14 août 2018

Intervengono anche il Ministro degli Interni, Matteo Salvini e il vicepresidente Luigi Di Maio. Il leader leghista scrive su Facebook:

Un ringraziamento alle centinaia di professionisti e volontari impegnati da ore nei soccorsi e una preghiera per le vittime e per le loro famiglie. Andremo fino in fondo per accertare le responsabilità di questo disastro immane

Tutto il governo, in particolare il ministro dei trasporti Danilo Toninelli, sta seguendo con attenzione quanto sta…

Publiée par Luigi Di Maio sur Mardi 14 août 2018

Il ministro del Lavoro, invece, scrive:

È una tragedia immane. I soccorritori sono incessantemente al lavoro e li ringrazio per il loro impegno. Mi sto recando sul posto perché lo Stato, in questo momento, deve far sentire la sua vicinanza ed essere accanto prima di tutto alle famiglie delle vittime.

Da subito si è parlato di un cedimento strutturale avvenuto nel tratto che sovrasta via Walter Fillak nella zona di Sanpierdarena. I lavori di manutenzioni erano stati avviati da tempo mentre i difetti del ponte emersero già nel passato. L’ingegnere Antonio Brencich, professore associato di Costruzioni in cemento armato all’Università di Genova, sottolineò in un articolo che: “Il Viadotto Morandi ha presentato fin da subito diversi aspetti problematici, oltre l’aumento dei costi di costruzione preventivati“.

Già nel 2009 si pensò di chiuderlo. A seguito di uno studio “La Gronda di Genova. Presentazione sintetica delle ipotesi di tracciato” realizzato da Autostrade per l’Italia insieme a alla società d’ingegneria SPEA come base per un dibattito pubblico. Per lo smontaggio del ponte ci sarebbero voluti circa 8/12 mesi. Nel documenti erano state segnalati più punti critici legati al ponte Morandi di Genova:

Il tratto più trafficato è il viadotto Polcevera (Ponte Morandi) con 25,5 milioni di transiti l’anno, caratterizzato da un quadruplicamento del traffico negli ultimi 30 anni e destinato a crescere, anche in assenza di intervento, di un ulteriore 30% nei prossimi 30 anni.

Commenta con i tuoi amici