Terremoto in Molise: registrate 27 scosse in una notte

Terremoto in Molise. La scossa di magnitudo 5.2 geolocalizzata ieri dall’INGV, nel comune di Montefilcione in provincia di Campobasso, ha allertato la popolazione. Il sisma è stato avvertito anche in altro regioni: Campania, Puglia e fino a Rieti.

Terremoto in Molise: registrate 27 scosse in una notte

Dopo la prima scossa rilevata a 4 chilometri di profondità, e avvertita fino a Napoli, sono state registrate tante altre scosse. A partire dalle 21:20 sono state circa 27 le scosse di assestamento rilevati dai sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Subito dopo la più violenta ne è stata registrata un’altra alle 22:00, di media intensità con una magnitudo di 4.5 e a 9 chilometri di profondità.

L’Istituto che si occupa del rilevamento e geolocalizzazione delle scosse di terremoto fa sapere:

Stiamo continuando ad analizzare i dati per capire le caratteristiche delle faglie che si sono attivate in questi giorni. La zona è poco conosciuta dal punto di vista sismico per una limitata documentazione della sismicità storica. Vogliamo precisare, comunque, che la faglia che sta provocando i terremoti di queste ore si trova a 10-15 km più a nord di quella che ha determinato i terremoti del 2002 di San Giuliano di Puglia, pur avendo caratteristiche simili (parliamo di faglie trascorrenti in entrambi i casi).

Intanto continuano i sopralluoghi da parte dei Vigili del Fuoco e altri enti per escludere ogni pericolo circa l’agibilità degli edifici.

Commenta con i tuoi amici