Matteo Salvini indagato: “Rischio 15 anni di carcere”

Prima l’indagine e poi il sequestro dei beni del partito arrivano con una contemporaneità sorprendente per Matteo Salvini. I magistrati di Palermo hanno modificato le contestazioni ipotizzate dalla procura di Palermo e adesso, nei confronti del ministro dell’Interno l’ipotesi è di sequestro di Persona aggravato.

Matteo Salvini indagato: "Rischio 15 anni di carcere"

Lo ha reso noto lo stesso Matteo Salvini attraverso una diretta Facebook: “Sono almeno 15 anni di galera prevista a cui bisogna aggiungere le aggravanti“. Il ministro sarebbe dunque indagato per il caso della nave Diciotti e ai migranti che non sono stati fatti sbarcare. “Una parte sta tifando perché mi mettano in gabbia“, continua Salvini: “Sto facendo quello che mi chiedete di fare“. Dopodiché ha affisso sotto ad un dipinto la notifica dei Carabinieri.

Poi parla di una sorta di scontro tra due organi di Stato, ministro e giudici: “A questo organo dello Stato lo avete eletto voi – dice riferendosi a se stesso – altri non li ha eletti nessuno e non rispondono a nessuno”. Tuttavia non si dichiara preoccupato e parla anche della vicenda della Lega circa la sentenza che conferma il sequestro dei beni del Carroccio per 49 milioni di euro: “C’è poi l’altra sentenza in cui mi sequestrano soldi che non ci sono per fatti avvenuti molti anni fa… Mi viene il sospetto che qualcuno che ha voglia di fermare Salvini, la Lega e la voglia di il cambiamento del popolo italiano. Non ci fermeranno”.

Indagato per SEQUESTRO di immigrati?😱😂😱Scopriamolo insieme!

Publiée par Matteo Salvini sur Vendredi 7 septembre 2018

Commenta con i tuoi amici