Napoli, rievocazione del patto di San Gennaro: celebrazione in costume

Mancano pochi giorni al 19 settembre. Giorno in cui la città di Napoli si prepara al prodigio della liquefazione del sangue di San Gennaro e intanto questa mattina, nel capoluogo campano, si rievoca la celebrazione per i fatti accaduti durante il 1525 e il 1527, quando la città fu messa a dura prova a causa di un’epidemia chiedendo al proprio Santo Patrono un miracolo. In cambio di un prodigio i napoletani avrebbero costruito una cappella a lui dedicata e oggi custode del suo tesoro. Nacque così l’Eccellentissima Deputazione della Reale Cappella del Tesoro di san Gennaro. Oggi il presidente dell’associazione, Giuseppe Serroni, dichiara: “Oggi 16 settembre rievochiamo quei fatti per rinsaldare il “patto” tra la Città ed il Santo Patrono“.

Napoli, rievocazione del patto di San Gennaro: celebrazione in costume
Foto: ilmattino.it

Come riporta il Mattino, si tratta questa dela seconda edizione della Rievocazione Storica 1527, quando Napoli fece Voto a San Gennaro. Serroni prosegue:

Anche quest’anno racconteremo ai Napoletani ed ai tantissimi turisti presenti in Città per la Festa onomastica del nostro Patrono, i motivi della nascita e della laicità della Deputazione. Circa 200 i rievocatori storici che oggi animano le strade del quartiere San Lorenzo e che in Cattedrale, proprio nello stesso posto che vide quella storica sottoscrizione autenticata da un notaio, fanno rivivere quei giorni di circa 500 anni fa.

Commenta con i tuoi amici