Januarius. Il miracolo del buon gusto: cibo, devozione e cultura

Per chi non ne ha mai abbastanza del lato migliore della napoletanità, in pieno centro storico di Napoli apre un nuovo locale, Bottega e Street Food che promette prodigi già nel nome: “Januarius. Il miracolo del buon gusto“.

Januarius. Il miracolo del buon gusto: cibo, devozione e cultura
Foto: Napoli.Repubblica.it

Januarius. Il miracolo del buon gusto: cibo, amore e devozione

Il nuovo locale si trova in via Duomo 146/148 è stato ideato e curato da Francesco Andoli ed è in tutto e per tutta una Bottega a vocazione meridionalista. Un lluogo di culto della napoletanità più verace e suggestiva visto il stretto rapporto con la figura di San Gennaro.

Januarius. Il miracolo del buon gusto: cibo, devozione e cultura
Foto Facebook: Januarius

E proprio perché il nome del locale è dedicato al Santo Patrono di Napoli, all’interno vi è una piccola galleria d’arte dedicata proprio al Santo con opere nientedimeno di Jorit, Fabrizio Scala, Nicola Masuottolo, Roxy in The Box, Luca Carnevale, Eddy Ferro, Alessandro Flaminio, Claudio Cuomo, Pasquale Manzo, Ida La Rana, Terry Di Rienzo, Fratelli Scuotto, Guglielmo Muoio, Riccardo Ruggiano, Marco D’auria, Tiziana D’Auria, Mario Compostella, Francesco Porzio, Andrea Maresca, Bruno Gentile.

Januarius. Il miracolo del buon gusto: cibo, devozione e cultura
Foto Facebook: Januarius

Il fondatore della bottega è anche vicedirettore del giornale “Identità Insorgenti“, molto seguito dai napoletani. Ciò assicura nel locale non solo del buon cibo, ma anche cultura e impegno sociale.

Commenta con i tuoi amici