Napoli tra i 79 siti Unesco che rischiano di sparire con una inondazione

Sareste in grado di immaginarvi un mondo senza Napoli? Noi no, eppure potrebbe succedere o almeno è quanto raccontato dai ricercatori dell’università tedesca di Kiel. A causa dell’innalzamento delle acque e delle inondazioni almeno 79 meraviglie del mediterraneo, tutelate dall’Unesco, potrebbero scomparire. Tra queste anche il centro storico di Napoli.

Napoli rischia di scomparire a causa delle inondazioni dei prossimi 100 anni

Tutto potrebbe avvenire entro la fine del secolo, nel 2100. Ad indicarlo la simulazione pubblicata su Nature Communications dai ricercatori tedeschi coordinati da Lena Reimann. 37 delle 79 minacciate rischiano di essere colpite da profonde inondazioni nei prossimi 100 anni, altre 42 invece potrebbero essere colpite dall’erosione costiera.

Altre città italiane patrimonio dell’Unesco rischiano di essere cancellate

Napoli in particolare, come le altre città d’Italia patrimonio dell’Unesco, appunto Venezia, Ferrara e il delta del Po, Ravenna, e ancora le Cinque Terre, piazza del Duomo a Pisa, potrebbero essere colpite sia da inondazioni che erosione costiera. A tal proposito gli autori dello studio avverto che bisognerebbe adottare sistemi per proteggere questi luoghi patrimonio dell’Umanità e farlo anche con una certa urgenza. Tra le soluzioni proposte, le barriere artificiali senza impattare però sull’architettura naturale del sito o ancora barriere naturali.

Napoli tra i 79 siti Unesco che rischiano di sparire con una inondazione

Commenta con i tuoi amici