Carlo Ancelotti: “A Napoli si sta troppo bene. Sembra un paradiso”

Carlo Ancelotti è già entrato nel cuore di tutti i napoletani che non si lasciano scappare l’occasione per dimostrarglielo. Come è accaduto oggi a la Feltrinelli di Piazza dei Martiri, dove Mr Ancelotti ha partecipato alla presentazione del libro “Demoni” di Alessandro Alciato che racconta 13 storie dei personaggi del mondo del calcio che hanno superato un momento difficile, tra cui l’ex presidente del Torino, Attilio Romero, che il 15 ottobre 1967 investì accidentalmente con la sua auto il suo idolo Gigi Meroni, l’indimenticato campione del Torino.

Ancelotti è stato accolto con un “Grande Carlo” e anche l’allenatore azzurro ha corrisposto con tanto calore dichiarando: “Qui a Napoli si sta troppo bene. Sembra un paradiso“. Insomma Carlo Ancelotti interagisce e si integra sempre di più nella città partenopea, forse anche grazie all’amore per il suo lavoro indipendentemente dalla città in cui opera:

Il mio mestiere mi piace e mi diverte. La gestione di uno staff e di un gruppo di lavoro può sembrare difficile, ma non lo è. Personalmente coinvolgo tutte  le persone con le quali mi relaziono. Lo faccio in continuazione. La relazione umana è di fondamentale importanza. Se il rapporto non è solo lavorativo i giocatori rendono di più.

Carlo Ancelotti: "A Napoli si sta troppo bene. Sembra un paradiso"

Commenta con i tuoi amici