Il gesto eroico del poliziotto: salva il bimbo che ha smesso di respirare

Sono eroi silenziosi di cui spesso ce n’è dimentichiamo. Dimentichiamo che hanno sacrificato la loro vita per aiutare gli altri e questa che stiamo per raccontarvi è una meravigliosa storia accaduta in Texas, 2 anni fa. Il 12 ottobre del 2016 l’agente Chase Miller della polizia Granbury, aveva risposto ad una chiamata al 911 di un genitore allarmato perché il figlio aveva smesso di respirare.

Nel video si nota una mamma disperata che abbraccia suo figlio e un papà altrettanto sconvolto. A causa di una febbre altissima il bambino smette di respirare. Il poliziotto che capisce di trovarsi nelle vicinanze della famiglia si appresta a soccorrerli immediatamente.

Prende il bambino e inizia la disperata manovra di rianimazione, prima manuale poi chiede al padre del piccolo di dargli una mano mentre lui corre in macchina per recuperare il rianimatore tascabile. Il poliziotto tiene duro e non molla così il piccolo Brayden inizia a respirare. Il bambino viene trasportato in ospedale e il giorno dopo risultando praticamente guarito.

L’agente Chase Miller è stato premiato con il “Life saving award” dalla sua città e il piccolo Brayden, invece, lo ha ringraziato donandogli uno dei suoi giocattoli e anche un caloroso abbraccio. Spesso tutti noi sottovalutiamo il lavoro che gli uomini dell’arma onesti fanno per noi e che ultimamente sono stati sottoposti a dura critica per la colpa di qualche mela marcia all’interno del sistema

Commenta con i tuoi amici