Addio a Carlo Giuffrè, l’attore napoletano di cinema e teatro

Lutto nel mondo dello spettacolo e del cinema. È morto all’età di 89 anni l’attore Carlo Giuffrè, importante interprete teatrale e del grande schermo. L’attore napoletano è morto ieri sera, all’ospedale San Camillo di Roma, dopo una serie di complicazioni.

Classe ’28, nato a Napoli, debuttò a teatro alla fine degli anni ’90 con Eduardo De Filippo con capolavori come “Le voci di dentro” e “Napoli Milionaria”. Stimato da tutti anche Guglielmo Mirra, patron del Teatro Diana di Napoli, esterna il suo dispiacere:

Iniziò con ‘La fortuna con la F maiuscolà di Eduardo e Curcio. Poi, scomparso il maestro, Luca gli concesse via via quasi tutte le commedie. Con Carlo ho avuto un rapporto umano oltre che professionale bellissimo, ci siano sentiti fino ad un mese fa. Oggi uno degli ultimi grandi del teatro ci ha lasciato.

Carlo Giuffrè è stato anche attore di cinema. Molti i ruoli interpretati nella commedia all’italiana di Moncelli e Steno, passando per Benigni interpretando il ruolo di Geppetto in “Pinocchio” (2002). Si unisce al cordoglio anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistri:

Ci lascia un grandissimo artista molto amato dal grande pubblico anche per il sodalizio artistico con il fratello Aldo, scomparso nel 2010. Lo ricordiamo per i ruoli accanto a Eduardo De Filippo, nelle tante commedie napoletane e per i numerosi film e le fiction nelle quali ha lavorato fino a pochi anni fa. Scompare un artista vero, un grande napoletano. Il teatro napoletano è in lutto.

Addio a Carlo Giuffrè, l'attore napoletano di cinema e teatro

Commenta con i tuoi amici