Solo a Napoli si può essere felici: lo confermano le statistiche

Con tutti i suoi contro i napoletani sanno che una vita felice è possibile solo nella loro città e a suffragio di questo pensiero anche un articolo pubblicato da Quotidiano Nazionale nella sezione “La nostra salute”. La depressione sembra sia la “malattia degli italiani”. Con dati alla mano il giornale fa riferimento ad una previsione fatta dall’Osservatorio Mondiale della Sanità con riferimento all’aumento di consumo di psicofarmaci, sintomi della diffusione della depressione (Italia quarta per gli acquisti in Europa).

Dalle statistiche è emerso che i paesi economicamente meno sviluppati fanno un utilizzo maggiore di antidepressivi mentre nei paesi più ricchi sono soprattutto i poveri vittime di questa malattia.

In Italia tra le regioni in cui si fa un maggiore uso di farmaci antidepressivi troviamo la Toscana con il 6,9&. La Campania, invece, a quota 3,6% è risultata trovarsi all’ultimo posto come consumo più basso di psicofarmaci.

All’indomani della notizia il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha dichiarato:

L’unica S.p.a. che conosciamo è ‘solo per amore‘, perché amiamo la nostra città. E questo amore ci ha portato a crescere talmente tanto che negli ultimi anni tutti vogliono venire a Napoli. In due anni e mezzo 700 produzioni televisive e cinematografiche hanno girato in città. Chi è depresso venga a Napoli, città d’Italia con il più basso uso di psicofarmaci e suicidi.

Solo a Napoli si può essere felici: lo confermano le statistiche

Commenta con i tuoi amici