Ricetta della pasta Savarin o Babà Savarin: il dolce franco-napoletano

La ricetta della pasta Savarin o Babà Savarin ha origine polacca ma ben presto è entrata a far parte della tradizione partenopea. In realtà questo dolce veniva chiamato babka e poi prese il nome comune di babà grazie alla rivisitazione dei monzù francesi alla corte partenopea e ovviamente in collaborazione con i pasticceri napoletani.

La bagna di rum, infatti, venne inventata dal gastronomo francese dal quale prende appunto il nome “Savarin” con il tradizionale accompagnamento di macedonia di frutta fresca e una irresistibile crema chantilly.

Ricetta della pasta Savarin o Babà Savarin: il dolce franco-napoletano

Ingredienti per la pasta savarin:

  • latte, 120 gr
  • farina, 550 gr
  • lievito, 15 gr
  • panna, 100 gr
  • zucchero, 50 gr
  • uova, 400 gr
  • burro, 150 gr
  • sale, 10 gr

Ingredienti per la bagna:

  • acqua, 500 gr
  • zucchero, 250 gr
  • arance, 2
  • limone, 1
  • rum, 50 gr

Ingredienti per decorare:

  • panna montata
  • frutta

Preparazione:

  1. In una planetaria mescoliamo 160 g di farina e il lievito, aggiungiamo il latte e lavoriamo il nostro impasto in modo che risulti liscio. Formiamo un panetto e avvolgiamola con pellicola in un recipiente chiuso. Lasciamo lievitare per circa 30° a forno spento con luce accesa e per circa un’ora in modo che raddoppi il proprio volume.
  2. Prendiamo il nostro impasto e sempre col gancio lavoriamolo brevemente aggiungendo il resto della farina. Uniamo a questo punto la panna e continuiamo a lavorare. Aggiungiamo le uova una alla volta e lavoriamo l’impasto fino a quando saranno completamente assorbite. Non lasciamo formare grumi. Dopodiché uniamo zucchero e continuiamo a lavorare aggiungendo anche un pizzico di sale.
  3. A questo punto aggiungiamo il burro ammorbidito e continuiamo a lavorare l’impasto fino a quando risulterà omogeneo. Prendiamo dunque il nostro impasto e versiamolo in uno stampo con diametro di circa 26 cm e riempiendolo per metà. Procediamo così alla seconda lievitazione in forno spento e luce accesa per circa un’ora e mezza.
  4. Quando l’impasto sarà lievitato accendiamo il forno ventilato e cuociamo a 180° per circa 30 minuti. Una volta sfornato preleviamolo dallo stampo (se in silicone) lasciando che si raffreddi.
  5. Possiamo procedere con la preparazione della bagna portando a bollore l’acqua aggiungendo zucchero, scorze di arancia e limone e infine immergere la pasta o babà savarin nella bagna per impregnarlo ben bene. Sgocciolarlo su gratella per dolci e per chi lo preferisce potrà guarnire spennellando marmellata ottenendo così un effetto lucido. Decorare poi panna montata fresca e frutti di bosco come more mirtilli o lamponi o anche realizzare una crema chantilly.
Ricetta della pasta Savarin o Babà Savarin: il dolce franco-napoletano
Foto Instagram: @martucci1949

Commenta con i tuoi amici