Ricetta struffoli di Sal De Riso: i trucchetti dello chef

Si avvicina il Natale e anche la preparazione degli struffoli napoletani. Il docle per eccellenza durante queste festività, oggi, ve lo proponiamo nella versione del pasticciere Sal De Riso.

Il Natale è alle porte e probabilmente molte cuoche provette partenopee hanno già iniziato a preparare il dolce per eccellenza che a Napoli si prepara durante la natività. Si tratta ovviamente degli struffoli napoletani, le buonissime e “simpatiche” praline dolci ricoperte di miele e confetti. In realtà questo dolce si prepara un po’ in tutta Italia e gli ingredienti cambiano in base alla regione in cui vengono preparati. Noi oggi siamo qui per segnalarvi la versione degli struffoli di Sal De Riso.

Struffoli napoletani alla Sal De Riso

Questi dolci dal nome “buffo” sono stati rivisitate, rispettando la tradizione, dal grande chef Amalfitano e uno dei più famosi d’Italia. Ecco dunque la ricetta degli struffoli di Sal De Riso con tutti i suoi trucchetti per realizzare il dolce di Natale perfetto e croccante fuori ma con un cuore morbidissimo.

Struffoli Sal De Riso

La ricetta deliziosa e con tutti i trucchetti del pasticcere della Costiera Amalfitana
Preparazione1 h 50 min
Cottura25 min
Tempo totale2 h 15 min
Portata: Dessert
Cucina: cucina napoletana, cucina natalizia
Porzioni: 6 persone
Chef: redazione cucina

Ingredienti

  • 500 gr di farina setacciata
  • 4 uova intere
  • 50 gr di burro morbido
  • 60 gr di vino bianco
  • 50 gr di fruttosio
  • 1 pizzico di sale
  • q.b.

    limone, arancia, mandarino grattugiato

  • olio extravergine di oliva per friggere

Ingredienti per decorare

  • 500 gr millefiori
  • diavolini (confettini colorati)

  • frutta candita (clementine ad esempio)

  • arancia
  • ciliegie rosse

Preparazione

  1. Prendiamo la farina, setacciamola e disponiamola a fontana. Al centro versiamo vino bianco, fruttosio, burro ammorbidito, uova sbattute, sale e agrumi grattugiati. Creiamo un panetto mescolando per bene tutti gli ingredienti. QUando l’impasto risulterà liscio avvolgiamolo in un foglio di nylon per alimenti. Dopodiché lasciamo riposare in frigorifero per un’ora. 
  2. A questo punto prendiamo il panetto, stendiamolo sulla tavola e creiamo tanti filoncini disponendoli uno accanto all’altro. Cospargiamoli di farina e con un coltello tagliamo piccoli gnocchetti
  3. Eliminiamo la farina in eccesso dagli gnocchetti e friggiamoli in olio extravergine di oliva, mi raccomando bollente! Quando gli struffoli saranno dorati scoliamoli su carta assorbente. A cottura ultimata trasferiamoli in un contenitore con abbondante miele, cubetti di arancia candita e mescoliamo con un cucchiao di legno. 
  4. A questo punto possiamo decorare i nostri struffoli napoletani con i diavolini e pezzetti di clementine e ciliegie o ancora filetti di arancio candito.

Consigli

Non è necessario guarnire con tutta la frutta candita, potete anche scegliere di inserire solo clementine o ciliegine. Invece per quanto riguarda la conservazione, consigliamo di inserire il vassoio o piattino che contiene gli struffoli avanzati magari nel forno o fornetto. Noi consigliamo comunque di consumarli tutti in fretta perché col passare del giorno perdono la loro consistenza.

Ricetta degli struffoli napoletani di Sal De Riso
Struffoli