Ricetta della parigina napoletana: la vera storia

Ricetta della parigina napoletana: la vera storia
5 (100%) 1 vote[s]

La ricetta della parigina napoletana è un altro classico dello street food partenopeo; come la maggior parte delle tipiche pietanze del capoluogo campano ha un origine secolare e legata alla dinastia borbonica. Si tratta ancora una volta di una leccornia inventata dai monsù (gli chef francesi alla corte della Reggia di Napoli di Carolina d’Asburgo-Lorena e Ferdinando IV di Borbone), chef francesi trapiantati a Napoli per deliziare il palato dei reali. 

Ad inventare la “Parigina”, come spiega uno dei massimi studiosi della tradizione culinaria partenopea, il contemporaneo Raffaele Bracale: l’ideatore fu infatti lo chef che realizzò la “haute cuisine” francese,ì e inventore della pasta sfoglia a base di farina, acqua e burro. Così servendosi di questa idea creò la pietanza nota come “Parigina” che un collaboratore napoletano del monsù interpretò come “Pa’ ‘a Regina” (per e in onore ella Regina, ndr), dunque niente a che vedere con l’etimologia francese o la capitale di cugini d’oltralpe.

La Parigina, infatti, si presenta come un mix tra pizza e rustico visto che ha una base per la pizza ma ricoperto di una morbida pasta sfoglia e con un ripieno che può variare anche in base ai propri gusti.

Ricetta della parigina napoletana: la vera storia

Ingredienti:


  • farina, 400 gr
  • acqua, 200 ml
  • lievito di birra, 12 gr
  • olio, 1 cucchiaio
  • sale, 10 gr
  • pasta sfoglia, 1 rotolo
  • provola, 250 gr
  • prosciutto cotto, 150 gr
  • pomodori pelati, 300 gr
  • olio
  • sale
  • latte per spennellare

Preparazione:

  1. Iniziamo preparando la pasta per la pizza disponendo la farina a fontana e versare al centro lievito e acqua. Impastiamo e aggiungiamo l’olio e il sale. Formiamo un panetto e lasciamo lievitare 2 ore coperto da un canovaccio.
  2. Adesso stendiamo la pizza su una spianatoia per ottenere una sfoglia rettangolare di 3mm. Cospargiamo d’olio la teglia e posizioniamoci la sfoglia di pizza.
  3. Pensiamo alla farcitura coprendo tutto di prosciutto cotto. Poi aggiungiamo i pomodori con olio e infine aggiungiamo anche la provola tagliata a fette sottili.
  4. A questo punto chiudiamo la nostra parigina coprendo con uno strato di pasta sfoglia. Sigilliamo bene i bordi e spennelliamo con latte e bucherelliamo delicatamente la superficie con una forchetta
  5. Inforniamo la parigina a 190°C e cuciamo per circa 30 minuti ed et voilà la nostra “Pa’ ‘a Regina” è pronta per essere servita, ricordate però di farla raffreddare prima di tagliarla.
Foto Instagram: @pizzatellers