A Scampia Jorit porta il murales di Pier Paolo Pasolini

Un altro murales di una bellezza scintillante firmato Agor Jorit è comparso sulle mura di un edificio a Scampia. Il progetto è stato realizzato in accordo con la Regione Campania. All’uscita della stazione metropolitana “Piscinola-Secondigliano” campeggia il volto di Pier Paolo Pasolini. Pochi giorni fa, sempre su uno di questi edifici è stato lo stesso Jorit ad apporre una frase che adesso giustifica il volto dello scrittore italiano: “T’insegneranno a non splendere. E tu splendi, invece“, tratto dalle sue Lettere Luterane.

In un quartiere come Scampia, purtroppo noto per la cronaca nera, ci sono invece tante realtà che combattono il male quotidiano. Una speranza c’è per tutti e il volto di uno degli scrittori considerato tra i maggiori artisti del XX secolo, indica appunto la speranza che attraverso la cultura e l’arte il quartiere può ancora salvarsi.

Il murales del street artist napoletano di origini olandesi porta sul volto una striscia rossa che contraddistingue tutti i suoi lavori. Quella striscia rossa appartiene alla cultura africana e nelle loro usanze indica che un bambino è pronto per entrare nella società adulta e nella tribù, definita da Jorit “Human Tribe”; dunque Pier Paolo Pasolini vi entra come nuovo membro.

Che il volto di questo uomo di grande cultura ma anche di grande umanità, possa entrare nei cuori del quartiere infondendo nelle menti e nell’anima dei suoi abitanti quella speranza di salvarsi attraverso lo studio, la cultura l’arte e nella condivisione di tutto questo!


Commenta con i tuoi amici